La Gagliardi, la droga e WakeupNews

Federica Gagliardi, arrestata ieri per traffico internazionale di stupefacenti, un tempo twittava articoli contro la droga: i nostri

gagliardi

Federica Gagliardi durante il viaggio del G8 (lapresse.it)

Roma – Federica Gagliardi, già componente dello staff di Renata Polverini in regione ma nota soprattutto per il viaggio con Silvio Berlusconi al G8 di Toronto che le era valso il soprannome di “dama bianca” 0 “dama bionda”, è stata fermata ieri con 24 chili di cocaina in valigia. Eppure, in tempi non sospetti, parlava – cinguettava – su Twitter di lotta alla droga, linkando articoli sulla Giornata mondiale per la lotta alla droga. I nostri articoli.

 

VANITY FAIR, LA DROGA E LA COERENZA – I primi a riprendere i tweet della Gagliardi sono stati i colleghi di Vanity Fair che, componendo un servizio sull’attività “impegnata” della donna, hanno recuperato la sua attività su Twitter e messo in evidenza questo colpo di incoerenza nel passato dell’indagata.
La rivista ha pubblicato sul sito web un minuzioso articolo che ripercorre la storia della donna, dall’impegno politico con l’Idv – fallimentare – a quell’assunzione  per la giunta Polverini che la portò al fianco di Silvio Berlusconi sulle scalette dell’aereo.
Una vita, quella recente di Federica Gagliardi, fatta di viaggi per il mondo, con un profilo Twitter ricco di interventi impegnati, dalla politica all’economia. Alla droga.
Era infatti il 28 giugno 2013 quando Wakeupnews ricordava la Giornata mondiale contro la droga, celebrata due giorni prima: lo faceva rispedendo in rete un articolo firmato da Antonella Nalli. Un comportamento che, alla luce di quanto fin qui emerso nelle indagini, di coerente ha ben poco.

gagliardiIL BACKGROUND – Federica Gagliardi, trentuno anni, ha un passato da modella e un’assunzione presso la giunta regionale del Lazio sotto l’amministrazione Polverini. Laureata in giurisprudenza, parla tre lingue e chiese proprio all’ex Presidente del Consiglio Berlusconi di consentirle una vera “esperienza internazionale”: accadde così che Berlusconi la portò con sé a Toronto per un incontro del G8, sollevando anche in quel caso polemiche.

LA CRONACA – Fermata dagli uomini delle Fiamme gialle in aeroporto dopo un viaggio in Sud America, la donna è ancora agli arresti; la droga trasportata era di ottima qualità e lei avrebbe sostenuto di «essere stata fregata» da qualcuno che, a sua insaputa, avrebbe nascosto la cocaina nei bagagli. Si tratterebbe di dodici panetti, rinvenuti nei bagagli a mano della donna che era di ritorno dal Venezuela. Nessun altro dettaglio è al momento noto, anche perché gli accertamenti stanno proseguendo.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews