La “clima-car” del WWF viaggia verso Copenaghen

Un’auto elettrica per sensibilizzare i cittadini della Capitale sul tema del prossimo Congresso delle Nazioni unite: il riscaldamento globale. Ce ne parla Mariagrazia Midulla del WWF

di Adriano Ferrarato

22410Abbiamo il dovere di risolvere questi problemi, altrimenti potrebbe essere troppo tardi. Si rischia l’irreversibilità“. Con queste parole Mariagrazia Midulla, la responsabile della campagna Clima ed Energia per conto del WWF Italia, sottolinea l’importanza della prossima Conferenza delle Nazioni Unite sul tema  dell’energia rinnovabile che si svolgerà a Copenaghen dal prossimo 7 Dicembre.

Proprio in questi ultimi anni infatti il problema degli investimenti di moltissimi stati mondiali, in base al “Protocollo di Kyoto” sulla diminuzione delle emissioni di elementi inquinanti, è diventato un nodo centrale per risolvere il problema del riscaldamento globale della Terra .

Mariagrazia Midulla

Mariagrazia Midulla

Con questo nuovo vertice internazionale si spera di raggiungere un’accordo ancora più ambizioso, che miri a spingere sia i paesi industrializzati che quelli in via di sviluppo a raggiungere determinati obiettivi di riduzione in base alle proprie capacità. Ma vi è anche molto scetticismo. “Sono in parecchi a sperare che tutto fallisca, anche se l’attuale situazione vede l’alternanza di momenti di negoziazione positivi e negativi”, spiega la Midulla, che aggiunge: “La cosa più incredibile è sapere che molti paesi non capiscono come costerebbe di meno prendere provvedimenti immediati piuttosto che aspettare” .

Vi è infatti un problema sostanziale: “I nostri Paesi industrializzati devono “dimagrire” di carbonio e, nello stesso tempo, adeguarsi ad un nuovo sistema di investimenti internazionali che favorisca anche la crescita dei Paesi più economicamente deboli, dove il potere è concentrato nelle mani della media borghesia. Bisogna considerare ad esempio che solo in India il 50% della popolazione vive senza energia”. La responsabile del WWF aggiunge come finora questa problematica sia stata troppo spesso tralasciata e questo soprattutto a danno dei giovani: “Ai ragazzi si danno risposte false a bisogni veri, mancano le relazioni, lo spunto ad agire insieme per un bene comune che è il nostro Pianeta”.

Il mondo della socialità dovrebbe allora sostituire quello delle cose. Immateriale contro materiale, dove anche internet rischia, se non usato con intelligenza, di essere uno strumento inutile e in mano a persone potenzialmente pericolose. Un’adeguata campagna di sensibilizzazione che aiuterebbe i giovani di tutto il mondo a conoscersi, uscire dall’isolamento e a tuffarsi in una realtà concreta dove in gioco sono le loro stesse vite. “Nel 2050, se non verranno prese adeguate misure di soluzione, i ragazzi di oggi diverranno adulti in un mondo dal clima impazzito e incontrollabile”.

La classe politica è la prima responsabile di questa situazione: “La politica dovrebbe essere sostituita dalla “Politica” con la P maiuscola. Ci vuole uno Stato con delle regole uguali per tutte le industrie e che, nello stesso tempo, imponga il nuovo corso senza piegarsi a nessun altro volere”. Ed è un discorso che purtroppo riguarda soprattutto il nostro Paese: “L’Italia  – continua la Midulla – è uno dei Paesi al mondo che inquina di più. E siamo gli unici in tutto il globo a non aver fatto praticamente nulla per rispettare il protocollo di Kyoto. E’solo grazie alla crisi economica che le emissioni nocive stanno lentamente calando, ma in tal senso non abbiamo nemmeno una base di investimento per il nostro futuro, rimanendo così impreparati, mentre paesi come la Corea e la Cina, che spende sulle energie rinnovabili anche più degli Stati Uniti, rispetto a noi hanno fatto passi da gigante”.

vota la terraQuestioni delle quali si spera in una soluzione definitiva grazie al summit di Copenaghen, a cui il WWF tiene molto. E per il quale ha introdotto una bellissima iniziativa: un’ auto elettrica che porterà in giro per tutta Roma un count-down elettronico calcolante i giorni che mancano al congresso di Copenaghen. E al suo interno questa “clima-mobile” avrà un computer dentro al quale ogni cittadino, fino al 18 Dicembre (giorno in cui terminerà il vertice), potrà dare il suo “Voto alla Terra”.

Una macchina ecologica che mira a far sentire la voce delle persone ai politici in modo da metterli sotto pressione: non a caso i voti raccolti, insieme a quelli reperiti in tutto il mondo attraverso il Web, finiranno su un mappamondo virtuale offerto da Google e il giorno del summit accenderanno un enorme globo luminoso piazzato proprio di fronte alla sede del vertice. “In quell’occasione – spiega l’esponente del WWF -  Copenaghen spegnerà anche tutte le luci delle case e dei luoghi più significativi: unendo questo alla luminosità del mappamondo otterremo davvero un effetto molto suggestivo”.

Antonello Dose e Marco Presta della trasmissione Radio Rai “Il Ruggito del Coniglio”
Antonello Dose e Marco Presta della trasmissione Radio Rai “Il Ruggito del Coniglio”

I primi giri della particolare clima-car ecologica sono stati fatti da Antonello Dose e Marco Presta, i due bravissimi conduttori della trasmissione di Radio Due “Il ruggito del coniglio”. I due erano stati già testimoni del WWF all’interno del nono Municipio della Capitale e si sono prontamente adoperati per collaborare di nuovo ad una causa più che giusta.

E per il futuro? La risposta della responsabile del clima e dell’energia è chiarissima:  “Il 27 Marzo del 2010 ripeteremo l’ “Earth Hour”, che già l’anno scorso fece spegnere molte lampade ad abitazioni e monumenti delle città mondiali. Per tutto il resto decideremo solo dopo ciò che verrà stabilito a Copenaghen“.

E si spera che tutto vada bene. Ne va del nostro domani.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a La “clima-car” del WWF viaggia verso Copenaghen

  1. Pingback: Clima ed energia, il WWF verso copenhagen - EcoZoom

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews