La Camera Verde: riflettere al cinema sulla crisi climatica

Roma chiama Copenaghen. Parte domani nella Capitale una rassegna di film documentari su ecologia e ambiente aspettando la Conferenza mondiale sul clima

di Alberto Maria Vedova

cinemaIl cinema ha più volte dimostrato come si possono comunicare messaggi importanti. Approfondire il rapporto tra l’uomo e l’ambiente, testimoniare che vivere in maniera sostenibile è possibile nel periodo che stiamo vivendo è poi fondamentale.

Dal famoso “An Inconvenient Truth” di Al Gore al festival CinemAmbiente, passando per il documentario prodotto da Beppe Grillo insieme a GreenpeaceTerra Reloaded” fino al più recente “The Age Of Stupid”, i cambiamenti climatici ormai sono una tematica imprescindibile, una categoria cinematografica molto più realistica dei soliti film catastrofici. È proprio su quest’onda che nasce “La Camera Verde – Roma chiama Copenaghen, una rassegna di film e documentari d’autore dedicati alla crisi ecologica.

L’evento voluto da Francesca Santolini, assessore all’Ambiente del Municipio di Roma Centro Storico, e resa possibile grazie alla preziosa collaborazione dal magazine Modus vivendi e dall’associazione Griò, si svolgerà a Roma, presso il Cinema Farnese-Persol di Campo de’ Fiori, da domani martedì 1 dicembre fino a giovedì 3 dicembre.

Un’occasione per invitare i cittadini a riflettere sui temi dell’ambiente quando mancano soltanto 8 giorni al vertice Onu sul clima che si terrà a  Copenaghen.

Durante la manifestazione saranno proiettati i migliori documentari dall’anima green degli ultimi 100 anni di cinema.

Si parte il primo dicembre con un cortometraggio del 1955 di Vittorio De Seta, “Parabola d’oro”, un vero e proprio affresco, forse l’ultimo in cui uno dei più grandi maestri del documentario italiano rappresenta per l’ultima volta la vita bucolica del Belpaese. Una lontana reminescenza di quando l’uomo e la natura convivevano ancora in pace.

Nella stessa giornata sarà in rassegna il più recente “Home”, prodotto da Luc Besson nel 2009, l’ultimo film di Yann Arthus-Bertrand, il notissimo fotografo che aveva già realizzato la mostra esposta in tutto il mondo “La Terra vista dal cielo”.

Nel corso della prima serata l’attore Giobbe Covatta e il climatologo Antonello Pasini, ricercatore del CNR, animeranno un confronto sul tema dei cambiamenti climatici.

Mercoledì 2 dicembre la serata sarà dedicata al tema dell’energi. Un’occasione unica per gli appassionati e i cultori della pellicola storica. Dopo più di cento anni, infatti, saranno proiettati per la prima volta in Italia due brevi film dei fratelli Lumière, considerati le prime  riprese “verdi” della storia del cinema.

I documentari ritraggono un incidente ai pozzi petroliferi di Baku in Azerbaijan, anticipando di un secolo il film di Werner Herzog Apocalisse nel deserto, in programma nella stessa serata.

Gli stili di vita saranno il tema principale dell’ultima serata dell’evento. Spazio quindi anche al cinema finlandese di John Webster, già vincitore della Menzione Speciale Green Cross e della Menzione speciale della giuria giovani al Festival Cinemambiente di Torino 2009. Webster, con il suo “Ricette per un disastro”, racconta le vicissitudini di una famiglia che prova a vivere per un anno senza derivati del petrolio. Un film che fa riflettere con tanta ironia.

L’ingresso alla manifestazione è gratuita. Ogni serata, inoltre, sarà aperta dalla proiezione di un episodio della serie d’animazione 2 amici per la Terra, andata in onda su Rai3 nel 2008.

Ai film e agli incontri si affiancherà la mostra di uno degli artisti più sensibili alla tematica ambientale, Marco Calì Zucconi.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews