L’uomo più sfortunato del mondo, colpito dal fulmine parlando al telefono

Tampa, Florida – Come si dice, se la fortuna è bendata, la iella ci vede benissimo, e se vi chiamaste John Wade Agan non dormireste certo sonni tranquilli. Portato per l’ennesima volta all’ospedale, questo 47enne si è autodefinito la persona più sfortunata al mondo. Certo, dipende dai punti di vista, dato che nel 2007 è riuscito a sopravvivere ad una rapina a mano armata mentre guidava il suo taxi per poi esserne rinchiuso nel bagagliaio, nel 2008 l’ha scampata bella con un grosso coltello da macellaio nel petto riuscendo a salvarsi guidando fino a raggiungere i soccorsi presso la più vicina caserma dei vigili del fuoco e due anni fa è stato morso contemporaneamente da ben due serpenti! C’è chi per molto meno ci lascia le penne!

Questa volta il fattaccio ha una testimone d’eccezione, sua figlia Misty. L’ultima cosa che Agan ricorda è che stava parlando al telefono appoggiato, guarda caso, ad un lavandino di metallo, mentre fuori imperversava un temporale con tanto di tuoni, fulmini e saette, e di aver sentito un boato, una forte esplosione, per poi risvegliarsi in ospedale il giorno successivo con un buco nella calza. Di fronte all’incredulità e allo scetticismo del personale medico che lo ha soccorso, esperti hanno dichiarato che questo genere di calamità, mentre si è al telefono, è rara ma può accadere. La cosa strana è che sembra capitino tutte a lui, e forse chi finora si ritenuto sfortunato può tirare un sospiro di sollievo! Tant’è che Agan è ormai diventato una celebrità e sorgono dubbi sul fatto che tutte queste ielle se le vada ormai a cercare! Sul contemporaneo morso di due serpenti gli esperti ritengono che sia un caso più unico che raro, un’eventualità difficilmente realizzabile, mettendo così in dubbio l’affermazione di Agan, che proprio in tale occasione si è definito l’uomo più sfortunato dell’intero pianeta.

Data la frequenza di questi bizzarri incidenti c’è chi ne mette in dubbio l’autenticità. Incidenti come cadere da una scala lavando i vetri o essere investito attraversando la strada non avrebbero certo avuto la stessa eco mediatica, molti considerano quindi Agan solo un mitomane in cerca di celebrità. Altri lo hanno bollato come un bizzarro masochista che ama ferirsi per farsi ricoverare, ricevere cure e farmaci ed essere al centro dell’attenzione. Di fronte a queste voci Agan, pur dichiarandosi indifferente ai pareri e ai pettegolezzi della gente, ha affermato di volersi sottoporre alla macchina della verità e a test antidroga. Non ci stupiremmo se gli venissero consigliati anche degli esami psichiatrici ma nel frattempo l’unica cosa da fare è augurarsi di non trovarlo sulla propria strada e intanto… tocchiamo ferro!

Claudia Vallini

http://cronachediunasorteannunciata.files.wordpress.com/2010/11/peperoncini.jpeg

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a L’uomo più sfortunato del mondo, colpito dal fulmine parlando al telefono

  1. avatar
    Carki 07/02/2011 a 10:41

    hahahhah che sfiga che ha questo!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews