Juventus: il saluto di Buffon a Pirlo, un tributo ad amicizia e genialità

Tramite il suo profilo facebook il portiere bianconero ha voluto rendere omaggio ad Andrea Pirlo, ormai ex giocatore della Juventus

pirlo

Pirlo e Buffon, insieme per 13 anni in Nazionale e 3 alla Juventus (foto: magazina.biz)

«Hai reso possibile l’impossibile», a Gianluigi Buffon sono bastate queste parole per salutare l’amico e compagno – di squadra e di Nazionale – Andrea Pirlo. Una frase secca, particolarmente semplice, ma in grado di riassumere con disarmante completezza il genio innato del regista bresciano, in partenza verso la nuova avventura americana. Il “maestro“, come l’ha definito la Juventus nei saluti riservati all’ormai ex numero 21 dalla società, uno che al calcio ha regalato fantasia ed intelligenza tattica. Un leader silenzioso, di poche parole, che ha sempre preferito far parlare i piedi, autori di una poesia lunga oltre quindici anni.

PIRLO  E BUFFON: CAMPIONI E AMICI – E proprio il numero 1 della Juventus, che Pirlo lo conosce ormai da una vita, per rendere omaggio al campione che se ne va ha voluto esaltare  queste sue caratteristiche, per sottolineare il rapporto umano che lo spogliatoio ha saputo costruire tra i due «Hanno scelto molti sostantivi per salutarti e augurarti altre grandi vittorie – ha scritto Buffon sul suo profilo facebook -io vorrei utilizzarne uno che condensi al meglio una vita trascorsa insieme: amico».

DA AVVERSARI A INSEPARABILI -  E dire che Buffon e Pirlo per anni sono stati uniti solamente dalla Nazionale, l’unico caso in cui i due talenti più puri esplosi a cavallo del nuovo millennio non erano acerrimi rivali, il primo con la maglia della Juventus, il secondo con la maglia del Milan. Un decennio fatto di testa a testa per scudetti e coppe, poi l’arrivo di Pirlo a Torino, quando non erano in pochi a pensare si trattasse di un giocatore finito. Ma l’arte non invecchia, e così Andrea da Flero ha smentito tutti, vincendo l’ennesima scommessa della sua carriera. Un rilancio che Pirlo e Buffon hanno coniugato con la cementificazione di un’amicizia. «In bocca al lupo amico mio – prosegue il “messaggio” di Buffon –  In bocca al lupo per il tuo presente e per il tuo futuro. E grazie per il nostro passato. Grazie delle ore spensierate trascorse insieme. Grazie delle lacrime di gioia e di tristezza che abbiamo versato l’uno sulle spalle dell’altro. Grazie per avermi dimostrato che a volte nel calcio qualcuno è in grado di rendere possibile ciò che ai più appare impossibile. Un amico è la cosa più preziosa che chiunque possa avere – conclude il capitano bianconero – e la cosa migliore che chiunque possa essere. Certo della prima affermazione, spero e vivo per la seconda».

Carlo Perigli

 

Hanno scelto molti sostantivi per salutarti e augurarti altre grandi vittorie; io vorrei utilizzarne uno che condensi…

Posted by Gianluigi Buffon on Martedì 7 luglio 2015

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews