Juventus: brutto coro contro Giuseppe Rossi

Juventus

Giuseppe Rossi (eurosport.yahoo.com)

Nell’ultimo periodo, i tifosi della Juventus non brillano certo per sportività. Dopo il tweet del 9 marzo che recitava: «Buona la Fiorentina a pranzo. Ci rivediamo fra quattro giorni, per cena», ieri è arrivato un coro che non rispecchia il vero stile Juventus. Oppure lo rispecchia in pieno, dipende dal punto di vista (e, soprattutto, dalla fede calcistica).

UN CORO DI TROPPO - Piccolo preambolo: ieri Giuseppe “pepito” Rossi è tornato a respirare l’aria dell’Artemio Franchi. Dopo essere tornato da New York, il fuoriclasse nato a Teaneck il primo febbraio 1987 si è mostrato al suo pubblico prima della partita contro la squadra di Antonio Conte. Non c’è bisogno di dire che i tifosi viola lo hanno festeggiato alla grandissima. I tifosi juventini in trasferta, invece, hanno cantato un coro non proprio carino: «Salta con noi Giuseppe Rossi». Rossi, nella partita del 5 gennaio contro il Livorno, si infortunò al ginocchio. Per la precisione, ha rischiato che gli saltasse nuovamente il legamento crociato.

INTANTO LA JUVE VOLA - La partita però è finita bene per la Juventus. I bianconeri hanno battuto la Fiorentina grazia alla splendida punizione di Andrea Pirlo. Così, gli undici di Conte si sono qualificati ai quarti di finale di Europa league. La partita d’andata giocata allo Juventus Stadium si era conclusa uno a uno, reti di Vidal e Mario Gomez. La finale della competizione, si giocherà proprio a Torino. Se i bianconeri dovessero arrivarci, avranno il grande vantaggio di giocare davanti al loro pubblico di sempre.

IL PEPITO NAZIONALE - Per quello che riguarda Rossi, ieri ha parlato anche dei mondiali che si giocheranno quest’estate in Brasile: «Sono sempre stati il mio obiettivo, ma non in questo momento. Ho altre due settimane di riabilitazione». Sul suo infortunio invece si è espresso così: «Sono contento dei miei progressi giornalieri. Mi piacerebbe conoscere la data esatta ma non la conosco davvero. C’è così tanto lavoro che devo fare per tornare… non voglio creare distrazioni con queste previsioni».

Giacomo Cangi

foto: eurosport.yahoo.com ; gazzettaobjects.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews