Joel McIver – Justice for all: the truth about Metallica

 

Copertina del libro

I Metallica sono, nel bene e nel male, una della band fondamentali della storia del rock in assoluto. Nati agli inizi degli anni ‘80 come thrash metal band, dopo aver partorito un quartetto di album fondamentali per la storia dell’heavy metal, sono riusciti nell’impresa di portare il metal su Mtv e nelle classifiche, con il successo planetario del Black Album. Gli anni ‘90 hanno visto la band di San Francisco svoltare verso sonorità più tipicamente blues e alternative, generando lo sdegno dei loro fan storici, ma continuando a vendere milioni di album. Con l’inizio del nuovo millennio la band è sul punto di sciogliersi a causa dell’abbandono del bassista Jason Newsted e dei problemi di alcolismo del frontman James Hetfield. St. Anger è un album controverso, ma probabilmente rappresenta la valvola di sfogo con la quale la band ha superato i problemi, tornando poi ad altissimi livelli compositivi con l’ultimo album Death Magnetic, datato 2008.

Chi scrive ha avuto il piacere di vederli poche settimane fa dal vivo ed è rimasto piacevolmente impressionato dalla voglia di suonare e dalla serenità di questo quartetto di 50enni, proabilmente oggi più che mai consapevoli del ruolo che hanno avuto nella storia del rock e liberi da qualsiasi timore di dimostrare il proprio valore.

Joel McIver, noto giornalista britannico e prolifico autore di biografie rock, ricostruisce in maniera dettagliata ed autorevole la storia dei Metallica, dagli albori fino ai giorni nostri, spiegando i meccanismi evolutivi dietro ogni cambiamento della band, sfatando alcuni miti e ponendo numerosi spunti di riflessione. E’ chiaro che McIver, oltre ad essere un giornalista molto preparato in materia, è anche un grande fan dei Metallica. Questo però non gli impedisce di criticarli nel momento in cui lo ritiene giusto e di analizzare la storia della band da un punto di vista oggettivo.

Ottime sono le ricostruzioni del background familiare dei singoli componenti della band, e di come questi abbiano influenzato la musica e i testi delle canzoni. L’autore si sofferma inoltre a spiegare il contesto musicale degli anni ’80 in maniera dettagliata, sottolineando il ruolo dei Metallica al suo interno. I turning point della carriera della band vengono descritti con dovizia di particolari: la crociata contro Napster, i vari cambiamenti di direzione musicale, i pareri discordanti riguardo al Black Album, disco di maggior successo della band, la crisi dovuta all’abbandono di Jason Newsted (mai perfettamente integratosi nella band) ed ai problemi di alcolismo di Hetfield.

 

I Metallica: (da sinistra a destra) Robert Trujillo, Kirk Hammett, Lars Ulrich, James Hetfield

Dettagliato il resoconto della tragica morte nel 1986 del bassista Cliff Burton, eccezionale, innovativo e sottovalutato musicista, il cui talento compositivo ha contribuito a creare quel sound unico, potente, estremo e melodico al tempo stesso, marchio di fabbrica della musica dei Metallica.

Numerosissime sono inoltre le testimonianze dei più importanti musicisti della scena rock, chiamati in causa dall’autore per fornire la loro opinione riguardo ai molteplici quesiti che sorgono quando si prende in considerazione la storia di una band famosa, longeva e controversa come i Metallica.

Un libro consigliatissimo non solo ai fan della band di San Francisco, ma anche a tutti quelli che amano il rock duro e sono curiosi di scoprire la storia, gli aneddoti e i retroscena di una delle rock band più importanti degli ultimi 30 anni.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews