Japazon, i Giapponesi lanciano gli ebook nelle librerie tradizionali

Un gruppo di società giapponesi prova a rivoluzionare il mercato librario tradizionale, vendendo gli ebook nelle librerie

Japazon

Il logo del progetto delle 13 aziende giapponesi, Japazon

Tutti conoscono Amazon, colosso del commercio elettronico, nato come libreria on-line e poi espanso anche a nuovi tipi di prodotti, come cd musicali, dvd, elettronica, giocattoli, abbigliamento e molti altri. Da qualche anno, dopo l’uscita di Kindle, il lettore di ebook commercializzato dal colosso statunitense, Amazon ha sbaragliato la concorrenza nella vendita di libri elettronici in tutto il mondo, in particolare in Giappone. E’ per questo che sta nascendo il progetto Japazon.

COS’E’ JAPAZON- 13 compagnie giapponesi, come Sony, Sanseido, Yurindo e Rakuten, hanno deciso di unirsi per contrastare il mercato degli ebook di Amazon, creando il progetto Japazon. Progetto che si ripromette di lanciare la vendita di libri elettronici nelle librerie tradizionali, insieme ai libri cartacei, in modo da avvicinare il lettore “classico” anche a questo nuovo tipo di lettura e sensibilizzare i più giovani agli acquisti più “tradizionali” nelle librerie. Si prevede che la vendita degli ebook all’interno delle librerie avverrà attraverso l’utilizzo di codici che permetteranno un download online dei libri elettronici.

Questa sarebbe la motivazione principale, ma analizzando attentamente il mercato librario giapponese, scopriamo che queste 13 aziende si stanno muovendo in questa direzione soprattutto per salvare le librerie giapponesi, che sono in piena crisi, a causa non solo della vendita di libri elettronici ma anche dalla diffusione delle grandi catene di librerie internazionali.

PASSATO E FUTURO INSIEME-  Una delle ragioni alla base del progetto è, quindi, salvare dalla chiusura le librerie indipendenti giapponesi, sensibilizzando i lettori e avvicinandoli a un nuovo mercato digitale all’interno di un ambiente più classico e tradizionale, aiutando così a modernizzare i lettori più “vecchi” e a ridare valore alle librerie, che hanno perso il loro valore tradizionale agli occhi dei più giovani.

Nonostante altri progetti del genere nel resto del mondo, in passato non si sono visti esiti molto positivi; tuttavia, le aziende del Sol Levante ci provano e ci credono, con la speranza di riuscire a fondere, senza intaccare né l’uno né l’altro, il passato con il futuro, salvando anche il commercio editoriale.

UN PROGETTO VINCENTE?- Le prospettive di Japazon sembrano delle migliori, con delle aziende così importanti alle spalle e un intento da

Japazon

Un lettore di libri elettonici

apprezzare. Ma i lettori riusciranno a sfruttarlo nel modo giusto?

Progetti come Japazon potrebbero davvero salvare il destino delle librerie indipendenti, non solo in Giappone ma anche in Italia, dove la situazione è la stessa, se non peggio. Ormai le piccole librerie nel nostro Paese stanno, pian piano, perdendo clienti e attrattiva, per via di grandi catene che anche qui hanno travolto il mercato editoriale. Ecco perché sarebbe un bene che le librerie si svecchiassero, escogitando metodi innovativi per attrarre la clientela.

La libreria può opporsi al suo più grande concorrente, la vendita online, solo con l’innovazione e, forse, gli ebook potrebbero aiutare ad aumentare le vendite e a far rifiorire quelle realtà che stanno svanendo.

Ilaria Scognamiglio

@Fairydodo

Foto: www.pianetaebook.com; www.syra.forumcommunity.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews