Ivan Basso choc: tumore al testicolo, ritiro dal Tour e operazione

Tumore al testicolo sinistro: diagnosi choc per Ivan Basso, ritiro immediato dal Tour de France e operazione d'urgenza a Milano domani

Ivan-Basso-Tour-ritiro-tumore-al-testicolo-sinistro

Ivan Basso (Twitter @mundociclistico)

Nella giornata di riposo del Tour de France una notizia funesta la pattuglia italiana alla Grande Boucle: Ivan Basso ha annunciato il suo ritiro dal Tour 2015 a causa di un tumore al testicolo sinistro. La notizia è stata data stamattina in conferenza stampa davanti alle telecamere di tutti i media accreditati. Ivan Basso stava correndo il suo ultimo Tour de France della carriera con il Team Tinkoff-Saxo, mettendo le proprie forze al servizio del capitano Alberto Contador, due volte vincitore della corsa a tappe francese.

TUMORE AL TESTICOLO SINISTRO - L’annuncio è stato un fulmine a ciel sereno. In lingua inglese Ivan Basso ha spiegato davanti alle telecamere il motivo del suo immediato ritiro: “Stasera sarò già a Milano – ha dichiarato Basso – e domani mi opero subito. Ce ne siamo accorti dopo la caduta nella quinta tappa. Ho battuto il testicolo contro la sella come altre volte, ma nei giorni successivi ho iniziato a sentire più dolore del solito. Abbiamo deciso di fare analisi più approfondite e stamattina qui a Pau abbiamo approfittato di un famoso urologo per una visita”.

COME LANCE ARMSTRONG - Il risultato è stato sconfortante: la tac ha evidenziato la presenza di un piccolo tumore al testicolo sinistro, che ha costretto Ivan Basso al ritiro immediato. Il varesino, a 37 anni, potrebbe vedere qui concludersi la propria carriera ciclistica, considerata l’età e i tempi di recupero per le terapie necessarie. Il suo tumore al testicolo è lo stesso da cui guarì Lance Armstrong, anche se al momento sembra che il grado di invasività del cancro del corridore varesino sia molto minore. Ogni anno si ammalano in Italia circa 1500 persone di tumore al testicolo, per lo più giovani e giovanissimi. Le possibilità di guarigione totale sono altissime, tanto che, fra gli esperti il tumore del testicolo si è guadagnato l’etichetta di modello di neoplasia curabile, in quanto oggi la sopravvivenza globale si avvicina al 100%.

IVAN BASSO E IL DOPING: 2 ANNI DI SQUALIFICA PER L’OPERACION PUERTO - Ivan Basso in carriera ha vinto due volte il Giro d’Italia (2006 e 2010) ed è salito due volte sul podio del Tour de France. Sposato con 4 figli, nel 2007 ha subito 2 anni di squalifica per doping in seguito alle indagini della famosa Operacion Puerto: Basso, dopo aver negato per oltre un anno le sue frequentazioni con il medico spagnolo Eufemiano Fuentes – specializzato nel trattamento con l’epo del sangue dei ciclisti – aveva alla fine ammesso che le sacche di sangue trovate nello studio del sanitario madrileno e intestate a “Birillo” (il nome del suo cane, ndr) erano sue. Ivan Basso ha sempre sostenuto di non aver poi utilizzato il sangue trattato, ma il suo comportamento ha configurato ugualmente il reato sportivo di doping. Ora, quello che conta, è superare una nuova salita: in bocca al lupo, Ivan.

 

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews