Italia e ambiente: intenzioni, progetti e obiettivi. Il punto della situazione

annuario ispra italia ambiente

Roma, Torino, Firenze, Milano, Genova, Bologna, Palermo, Catania, Napoli, Reggio Calabria, Bari, Cagliari. Sono queste le città che, in occasione dell’ultimo G7 Ambiente svoltosi nel capoluogo emiliano romagnolo l’11 e il 12 giugno, hanno posto la firma sulla recente Carta di Bologna. Si tratta del documento grazie al quale è stata individuata una precisa strategia di sviluppo green – in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite – suddivisa in otto punti chiave: riciclo dei rifiuti, difesa del suolo, prevenzione dei disastri, transizione energetica, qualità dell’aria, risparmio dell’acqua, verde urbano, mobilità sostenibile.

Nella fattispecie quest’ultimo capitolo è contraddistinto da un obiettivo piuttosto ambizioso che è quello di toccare quota 50% nella ripartizione modale tra auto e moto e tutte le altre forme di mobilità. Il tutto prevede il prezioso sostegno del Governo italiano che ha promesso il proprio contributo in fatto di trasporto intelligente e infrastrutture.

A tal proposito, è di questi giorni la notizia relativa all’approvazione della prima legge regionale sulla ciclabilità dell’Emilia Romagna, un percorso cominciato due anni fa e conclusosi con l’unanimità. Le finalità sono chiare: raddoppiare la percentuale di spostamenti in bici e a piedi, ridurre il numero delle vittime su strada, ampliare i collegamenti e realizzare nuove piste ciclopedonali.

vacanze in bicicletta

Quanto ai finanziamenti, saranno complessivamente 25 i milioni di euro destinati a finanziare l’intero progetto; la Giunta investirà subito i primi 10 per un bando rivolto a enti locali, agenzie e società di gestione nel campo dei trasporti a cui si a cui se ne dovrebbero aggiungere altri 15 entro la fine del mandato dell’attuale Presidente della Regione Stefano Bonaccini. Tutto questo non potrà che migliorare la performance di un territorio che attualmente vanta una percentuale di utilizzo della bicicletta già pari al doppio rispetto alla media nazionale.

L’ultimo rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane è una dimostrazione chiara dell’impegno del territorio in questione. Non è un caso che a piazzarsi sui gradini più alti del podio vi sia una città emiliana. Difatti ad aggiudicarsi la medaglia d’argento è Parma che, preceduta soltanto da Milano, ha adottato un PUMSPiano Urbano della Mobilità Sostenibile -mirato al cambio di rotta delle abitudini dei cittadini. Essa ha saputo distinguersi grazie alla presenza di: zone a traffico limitato, aree pedonali urbane, piste ciclabili, parcheggi a pagamento, ufficio d’area comunale di Mobility management a cui vanno aggiunti i servizi di car sharing e bike sharing.

 Se ad una città che dal punto di vista ambientale risulta efficiente come Parma si aggiunge il contributo della tecnologia, promuovere il sostenibile diventa un po’ più semplice; sono tanti infatti i mezzi che, nel loro piccolo, incentivano in qualche modo l’abbandono delle quattro ruote. Che si tratti di quattro passi o di una corsetta all’aria aperta, Euronics Parma assieme a molti altri è uno di quei luoghi in cui è possibile acquistare a prezzi oramai abbordabili strumenti di ultima generazione come – per citarne alcuni – tablet, e-book, cuffie, fasce cardio, accessori per smartphone che possono fare la differenza, che vanno a sostegno dell’ecologicamente corretto. Inutile sottolineare che l’assenza di senso civico non permette di diffondere quella sensibilità ambientale di cui l’Italia ha tanto bisogno.

Foto via pianetamamma.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews