Iran-Israle: supervirus Flame riaccende lo scontro

Roma – Il nuovo elemento dello scontro tra Israele e Iran sembra sia costituito dal supervirus Flame che, a quanto pare, nel corso di anni ha sottratto dati segreti da migliaia di computer in tutto il Medio Oriente.

Flame, che sembra essere il più potente bug della storia informatica, è a tutti gli effetti un’arma usata nel cyberspazio in un’epoca in cui il mondo virtuale non è meno importante di quello reale e in cui i computer nascondo dati segretissimi e importanti.

Dall’Iran è arrivato l’annuncio della realizzazione di un antivirus mirato a distruggere Flame che – il governo di Teheran ne è certo – è una creatura dello Stato israeliano, accusato anche di aver realizzato Stuxnet, il malware che nel 2010 infetto il sistema che controlla il nucleare iraniano.

Immediato il botta e risposta tra Iran e Israele: «È nella natura di alcuni Paesi o regimi illegittimi produrre virus e colpire altre nazioni» ha dichiarato Ramin Mehmanparast, portavoce del ministro degli Esteri iraniano. «Per chiunque veda la minaccia iraniana come significativa, è ragionevole intraprendere passi differenti, fra cui questi attacchi con virus, per sventarla» ha risposto il vicepremier israeliano Moshe Yaalon.

Il virus Flame, ha spiegato Vitaly Kamluk capo della russa Kaspersky, società di protezione informatica russa, compie alcune operazioni automatiche sul pc in cui si insinua, controlla il traffico effettuato sulla rete, registra le conversazioni, scatta foto delle immagini che compaiono sul monitor, intercetta le digitazioni sulla tastiera.

Insomma, un potentissimo bug che ha causato il furto di milioni di dati in tutto il Medio Oriente, riversandoli – probabilmente – direttamente in Israele.

Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Iran-Israle: supervirus Flame riaccende lo scontro

  1. avatar
    wavettore 30/05/2012 a 12:35

    Nella prossima Guerra Mondiale sara’ come combattere contro un fantasma dove l’invisibile nemico e’ anche una spiccata caratteristica di ogni essere umano,
    l’Ego,
    impersonato nei nostri giorni come mai prima nella
    storia da poche persone che dettano il loro volere dalla cima di una Piramide
    virtuale.
    Questa Guerra manipolata dai Sionisti sara’ geograficamentee divisa su due fronti:
    Russia, Cina e Paesi Arabi da
    un lato
    Israele, USA ed Inghilterra dall’altro.
    La Russia sara’ l’ultimo bersaglio mentre il conflitto con la Cina seguira’ la Guerra in
    Medio Oriente.
    I Massoni Sionisti hanno gia’ pianificato questa Guerra alle spalle di tutte le genti che saranno forzate a combattere per i loro Paesi nel loro obbligo di cittadini.
    Attraverso una strategia di Terrore e di Inganno i Sionisti continueranno a sorvegliare e separare le genti per confrontare tante opposizioni deboli e divise piuttosto che una forte ed unita.
    Hanno bisogno di caos e disperazione per imporre il Nuovo Ordine del Mondo.
    Non le armi ne le proteste potranno confrontarsi con un tale Piano che si avvale di tale Forza ed Inganno.
    Esiste una sola soluzione.
    In questo “carosello” orchestrato dalla CIA per conto dei Sionisti, il piu’ grande pericolo per l’Umanita’ non e’ la CIA ne’ i Sionisti ma la mancanza di un cambiamento evolutivo a
    noi necessario per abbandonare quella stessa Direzione marcata in tutta la storia e diventare una razza distinta dal regno Animale.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews