Invita gli amici alla sua festa con Facebook. Si presentano in 300

Un'adolescente londinese invita gli amici con Facebook alla sua festa, e si ritrova con 300 invitati non previsti

festa

Interfaccia per creare un evento con Facebook

Londra – Per i suoi favolosi 16 anni, l’adolescente Benedicte Mbeka non immaginava che una festa tra amici potesse trasformarsi in rissa con tanto di arrivo della polizia, per un post di Facebook inviato a tutti.

QUANDO GLI INVITI SI FANNO SOCIAL – Per il suo compleanno, la giovane londinese ha pensato di festeggiare in modo innovativo, iniziando dagli inviti, che sono arrivati ai diretti interessati via Facebook. Ma si sa, se qualcosa può andare male, andrà male – paradosso di Murphy. Sarà stato un invio multiplo ad aver portato 300 invitati in più del previsto a bussare alla sua porta, muniti anche di tre coltelli, com’è poi emerso dalle perquisizioni della polizia, giunta sul posto mentre era in corso una rissa.

La campagna creata dagli ideatori di Facebook Cakes are like Facebook. Immagine tratta da www.adweek.com

LA REALTA’ DEI FATTI – Anche se può sembrare di leggere la sinossi dell’episodio di una serie tv –  quanto accaduto richiama difatti un episodio della nota serie Gossip Girl, la realtà è ben diversa, e non finisce con lo” Stop!” del regista. Come già affrontato in questa sede, i social a volte, se male interpretati, possono generare danni collaterali. Ne sa qualcosa la ragazza texana, licenziata con un tweet, perchè aveva criticato aspramente il suo lavoro. Nel 2012 uno studio condotto da una professoressa di Oxford, Susan Greenfield, metteva in guardia dall’uso prolungato del social. Difatti i fatti di cronaca, riportano anche di episodi di cyber bullismo. Più tardi, un messaggio pubblicitario ideato dagli stessi creatori del social ha fatto scalpore: “Cakes are like Facebook”, tradotto le torte sono come Facebook. I suoi ideatori con questo messaggio pubblicitario intendevano che le torte di compleanno sono fatte per essere condivise con gli amici. Troppa torta non è salutare. È proprio vero allora, le torte sono un pò come Facebook.

Silvia Paparella

@sPaparella

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews