Intervento in Libia: Napolitano approva e la Russia condanna

Il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano e il premier, Silvio Berlusconi

Roma – Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano ha espresso la propria soddisfazione per la decisione presa dal Governo di un maggior coinvolgimento militare in Libia: “L’ulteriore impegno dell’Italia in Libia annunciato ieri sera dal presidente del Consiglio Berlusconi costituisce il naturale sviluppo della scelta compiuta dall’Italia a metà marzo, secondo la linea fissata nel Consiglio supremo di Difesa da me presieduto e quindi confortata da ampio consenso in Parlamento”. Napolitano ha anche accennato al “piano di interventi della coalizione postasi sotto la guida della Nato”.
La Russia – Se il presidente della Repubblica ribadisce il suo pieno sostegno alle azioni dell’ONU e dell’Italia contro il regime di Gheddafi, dello stesso avviso non è il governo russo.

Il ministro degli Esteri, Serghei Lavrov, ha riconfermato la linea già intrapresa dal Cremlino, negando l’appoggio a nuove risoluzioni delle Nazioni Unite che prevedano un ricorso della forza contro la Libia.

Il Cremlino si opporrà a qualsiasi decisione che conduca “ad un’escalation della guerra civile e preveda ricorso della forza” ha chiarito Lavrov il quale, d’altra parte, ha aggiunto che se una risoluzione Onu prevedesse “la fine immediata delle violenze ed un appello alle parti in conflitto per riunirsi al tavolo dei negoziati, la Russia la sosterrebbe pienamente”.

Chantal Cresta

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews