Interplay 2015, a Torino esplode la danza contemporanea

Interplay/15

Interplay/15

Torino – Per un intero e inteso mese Torino parla il linguaggio della danza grazie ad Interplay, il festival diretto da Natalia Casorati dedicato alla danza contemporanea, con una fondamentale impronta internazionale e una profonda ricerca di territori nuovi che faranno della parola ‘incroci’, uno dei temi e delle chiavi di lettura fondamentali dell’evento.

TEATRO E PAESAGGIO URBANO - Giunto al suo quindicesimo anniversario, Interplay è un appuntamento fisso del panorama torinese e internazionale, che approfondisce il linguaggio della danza contemporanea nelle sue più svariate forme, raccontando al pubblico la pluralità di estetica, forma e linguaggio coreografico.
Il festival, in scena dal 23 maggio al 12 giugno, vanta un’offerta artistica ricca e, soprattutto, eterogenea che, oltre a sfruttare i luoghi tradizionali della danza, come i palcoscenici teatrali, porta l’arte tra il pubblico e esplode nei simboli della città, come i Murazzi del Po e il Museo Ettore Fico, per proporre l’interessante e coinvolgente progetto di danza urbana, atto a coinvolgere persone e culture di ogni tipo.

Phsycal Momentum Project

Phsycal Momentum Project

Interplay raccoglie quindi uno stile di narrazione multiplo, coniugando le movenze della danza con la musica dal vivo e le nuove tecnologie, il multimediale e la video arte, così da garantire allo spettatore una molteplicità di racconto autentica ed innovativa. I temi della narrazione artistica saranno i più disparati e si toccheranno argomentazioni intime e toccanti, come la fragilità e la debolezza umana, fino ad arrivare a narrare le difficoltà sociali contemporanee, come l’omofobia, la violenza e il razzismo.

STAR NAZIONALI E INTERNAZIONALI - Per l’edizione del 2015 di Interplay saranno 13 le compagnie e i “danz’autori” italiani, mentre 10 saranno quelle internazionale: più di 70 artisti saranno i protagonisti del festival e si mescoleranno nei vari imperdibili appuntamenti.
Tra le molteplici proposte una delle più importanti novità è l’arrivo, per la prima volta in Italia, di Patricia Apergi, definita dal mondo artistico della danza come il nuovo astro nascente della coreografia greca, che aprirà Interplay, il 23 maggio al Teatro Astra, con lo spettacolo Planites, incentrato sui concetti di identità.

O|Proiezione dell’architettura ossea di Nicola Galli

O|Proiezione dell’architettura ossea di Nicola Galli

Sullo stesso palcoscenico e nella medesima data esploderà anche l’arte del gruppo pugliese Cuenca/Lauro e l’opera spettacolo (Zero) work in progress, vincitrice dell’ultima edizione del Premio Equilibrio, che indaga sulla vulnerabilità dell’uomo.
Il 25 maggio sarà la volta di un ritorno amato e conosciuto al pubblico di Interplay, ovvero quello della geniale Virginie Brunelle, coreografa canadese, nota per la crudezza dei suoi racconti artistici: sul palcoscenico del Teatro Astra porterà Complexe des genres, spettacolo che approfondisce la dualità tra uomo e donna, attraverso una danza fisica ed energica che appare come un incontro/scontro tra generi.
Per la prima volta ospiti di Interplay, Dányi, Molnár e Vadas, facenti parte del collettivo ungherese BLOOM! mostreranno, alle Fonderie Limone il 26 maggio, le loro straordinarie performance, frutto di esplosive miscele di danza, musica, teatro e design.
Immancabile, nella stessa giornata, uno dei più grandi nomi della danza contemporanea italiana, Ambra Senatore, che regalerà al pubblico un’anteprima della sua nuova creazione, Mattoncini, in cui l’artista comporrà e scomporrà il quotidiano dell’uomo, mostrandone la sua frammentarietà.

TORINO INCONTRA BERLINO, I MURAZZI, ETTORE FICO - Un importante spazio sarà dedicato all’evento annuale della città, Torino incontra Berlino, all’interno del quale, il 28 maggio alle Fonderie Limone, la coreografa israelo-tedesca Zufit Simon proporrà il suo assolo Fleischlos, mentre il coreografo tedesco Stephan Herwig racconterà il rapporto tra potere e violenza in un interessante e sperimentare lavoro affidato a 5 interpreti.

Federica Pozzo

Federica Pozzo

Tra gli eventi imperdibili di quest’anno, in collaborazione con il Torino Jazz Festival Fringe 2015, Interplay porterà la danza tra gli spazi della movida torinese: il 29 maggio, alle ore 18, 6 compagnie di danza si alterneranno in esibizioni in short formati davanti al locale The Beach ai Murazzi del Po. Protagonisti delle performance saranno La Intrusa, Lali Ayguadé & Nicolas Ricchini e Phsycal Momentum Project come rappresentanti internazionali, mentre Daniele Albanese, Sara Marasso e Daniele Ninarello saranno gli interpreti nostrani.
Il festival chiuderà i battenti il 12 giugno, con 4 opere “site specific” ispirate e dedicate alla mostra in corso al Museo Ettore Fico dedicata alla plastica, Plastic Days: Nicola Galli presenterà O|Proiezione dell’architettura ossea, Andrea Gallo Rosso proporrà una versione site specific dell’opera prodotta da Drop con Manolo Perazzi, Annamaria Ajmone una versione rivisitata dello spettacolo Tiny e Federica Pozzo chiuderà con un assolo ideato appositamente per i luoghi del Museo.

Interplay si riconferma essere un evento imperdibile e importante per il panorama culturale torinese, grazie all’eterogeneità e alla grande qualità degli spettacoli offerti, capaci di interessare, intrigare e incuriosire varie fasce di pubblico, pronte ad indagare i molteplici mondi della danza.

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews