Inter, Mancini e De Boer: una cronistoria sbagliata

Il consensuale divorzio tra Mancini e l'Inter apre la porta a Frank De Boer. Un esito annunciato ma caratterizzato da tempi profondamente sbagliati

mancini

Roberto Mancini, ormai ex allenatore dell’Inter. Al suo posto è in arrivo Frank De Boer, quando mancano meno di due settimane all’inizio del campionato (foto: italianfootballdaily.com)

Il delitto si è consumato nella notte tra il 7 e 8 l’agosto: Mancini e l’Inter raggiungono l’accordo, il tecnico saluta e se ne va, lasciando spazio all’ormai imminente arrivo di Frank De Boer. Cronaca di un divorzio annunciato ormai da tempo, ma formalizzato nel momento peggiore, a meno di due settimane dall’inizio del campionato e con una preparazione quasi ultimata. Così, mentre l’ormai (per due volte) ex tecnico nerazzurro affida i saluti a Twitter, Frank De Boer si prepara con ogni probabilità a prendere le redini della squadra in vista della nuova stagione.

DIVORZIO ANNUNCIATO – Thohir, Suning, Mancini e De Boer, gli ingredienti per la tempesta perfetta ci sono tutti. Uomini – forse – giusti nel momento – sicuramente – sbagliato, che prendono decisioni in colpevole ritardo rispetto a quella che dovrebbe essere la corretta linea temporale. Perché era noto a tutti che tra Thohir e Mancini non scorresse buon sangue già da tempo, con il presidente di minoranza dell’Inter che qualche mese fa non aveva ritenuto opportuno informare il suo allenatore circa l’imminente cambio di proprietà. Ed è altrettanto risaputo che l’aria non era cambiata con l’arrivo del Suning Group, che con il tecnico era entrato fin da subito in rotta di collisione sull’età dei giocatori da acquistare: Mancini voleva uomini esperti, la società giovani da formare. Insomma, il summit della scorsa notte, e il conseguente addio del tecnico, non è stato proprio un fulmine a ciel sereno, quanto la logica conseguenza di una serie di eventi che già da tempo non avrebbero potuto portare a un esito diverso. Ed è proprio per questo motivo che non si capisce cosa abbia spinto le parti ad arrivare alla scorsa notte per discutere le condizioni del divorzio, superata ormai la soglia entro la quale fosse ancora possibile trattare un eventuale riconciliazione.

 

I TEMPI DELLA RIVOLUZIONE – Così ora l’Inter si ritrova costretta ad accelerare i tempi chiamando in fretta e furia Frank De Boer, vecchio pallino che Erik Thohir si porta nella lista dei desideri già dai tempi di Mazzarri. Un allenatore emergente, cultore di un calcio offensivo ma ragionato e abituato a lavorare con i giovani: in pratica l’identikit tracciato dalla nuova proprietà, e allo stesso tempo la perfetta antitesi di ciò che l’Inter rappresenta da tempi immemori. Ma, d’altronde, «la rivoluzione non è un pranzo di gala», anche se solitamente, per avere successo, richiede di essere preparata con i tempi e i modi giusti. E ritrovarsi a ridosso del fischio di inizio, ad aspettare un tecnico che avrà forse una settimana per immedesimarsi in una realtà totalmente sconosciuta e dare almeno una spolverata di “calcio totale” all’ambiente nerazzurro, non sembra proprio la madre delle condizioni migliori. Per certi versi ricorda un’altra storia, risalente a circa vent’anni fa, quando Pellegrini cercò di ottenere lo stesso risultato attraverso gli estemporanei acquisti di Bergkamp e Jonk, con Bagnoli in panchina e il catenaccio nel Dna di titolari e riserve. «È una storia da dimenticare, è una storia da non raccontare, è una storia un po’ complicata, è una storia sbagliata».

 

Carlo Perigli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews