Inter gelata nel recupero: Brandao fa fuori i Nerazzurri, il Bayern vince 7-0

Grande spettacolo in questa serata di ottavi di finale di Champions League. L’Inter viene eliminata vincendo 2-1 contro il Marsiglia, che accede comunque ai quarti in virtù delle reti segnate in trasferta. A Monaco il Bayern fa a pezzi il Basilea vincendo 7-0 e superando addirittura il pirotecnico 7-1 del Barcellona con il Leverkusen. Gomez non riesce ad eguagliare Messi fermandosi a “sole” quattro reti, ma il messaggio è chiaro: questa coppa non sarà solo un affare tra spagnoli, e il 19 maggio all’Allianz Arena i padroni di casa vogliono esserci.

Inter – Marsiglia 2-1 75′ Milito, 92′ Brandao, 96′ Pazzini
(andata 0-1)

Bayern Monaco – Basilea 7-0 10′ Robben, 42′ Muller, 44′ Gomez, 50′ Gomez, 61′ Gomez, 77′ Gomez, 81′ Robben
(andata 0-1)

Milano – L’avventura dell’Inter si ferma agli ottavi di finale al termine di una partita giocata male dai Nerazzurri, che erano in ogni caso riusciti a passare in vantaggio al 30′ della ripresa con Milito. Fatale una rete nel recupero di Brandao. Inutile il rigore della vittoria segnato a tempo scaduto da Pazzini.

Le formazioni:

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 5 Stankovic, 18 Poli,; 10 Sneijder; 9 Forlan, 22 Milito.
A disposizione: 12 Castellazzi, 23 Ranocchia, 37 Faraoni, 19 Cambiasso, 20 Obi, 7 Pazzini, 28 Zarate. Allenatore: Claudio Ranieri

Olympique Marsiglia: 1 Mandanda; 2 Azpilicueta , 21 Diawara, 3 N’Koulou, 15 Morel; 4 Diarra, 17 Mbia, 18 Amalfitano, 28 Valbuena, 20 A.Ayew, 11 Remy.
A disposizione:1 Bracigliano, 13 Traoré, 24 Fanni, 7 Cheyrou, 12 Kaboré, 9 Brandao, 23 J.Ayew. Allenatore: Didier Deschamps.

Parte forte l’Inter che colleziona due palle gol clamorose nei primi 10 minuti. Al 7′ Zanetti sfonda sulla destra e mette al centro per Sneijder, che da tre metri spara su Mandanda. Quattro minuti dopo da posizione ravvicinata Milito prova a girare in rete con il petto, ma il portiere francese dice nuovamente di no.

Col tempo la squadra di Ranieri inizia pero’ a sciogliersi come neve al sole. Il Marsiglia, seppur inferiore tecnicamente, appare meglio organizzato e più rapido. L’Inter, invece, non sembra avere una chiara idea di gioco e si affida alle iniziative personali: tattica poco efficace in una serata in cui il giocatore di maggiore talento, Sneijder, non riesce mai ad entrare nel vivo dell’azione. Poco mobile davanti anche Forlan, mentre più ispirato appare il solito Milito. In difesa l’Inter soffre poco anche se Nagatomo, beccato frequentemente dal pubblico di San Siro, va spesso in difficoltà sugli attacchi di Azpilicueta e Amalfitano.
Prima di rientrare negli spogliatoi, i Nerazzurri hanno una buona occasione con una punizione di Sneijder, ma la conclusione dell’olandese è ben parata da Mandanda .

Il secondo tempo ricomincia con la stessa inerzia dell’ultima mezz’ora del primo. L’Inter è lenta e prevedibile e gli avversari iniziano a prendere fiducia portandosi con maggiore frequenza dalle parti di Julio Cesar.
Al 12′ Sneijder gela San Siro chiedendo il cambio (probabile ennesimo infortunio musoclare). Ranieri allora prova a dare la scossa alla partita scegliendo per la doppia sostituzione: al posto di Wesley entra Obi e Pazzini dà invece il cambio a Forlan, che esce dal campo protestando contro l’allenatore per la sostituzione.
Al 27′ occasione per il Marsiglia: punizione di Valbuena e colpo di testa di Diarra con Julio Cesar che toglie il pallone dall’angolino.
Al 30′, pero’, passa l’Inter grazie al solito Milito abile a sfruttare un batti e ribatti in area sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina.
Ora l’Inter spinta dal pubblico prende coraggio e a cinque dalla fine ha la grande occasione per chiudere la partita ma Cambiasso da due passi mette la palla alta sopra la traversa.
Quando mancano due minuti ai supplementari, arriva la beffa: Brandao, entrato da un minuto, salta Samuel e di sinistro infila Julio Cesar ammutolendo il Meazza. Subito dopo Pazzini si procura e segna un calcio di rigore che risulta pero’ assolutamente inutile.

Bayern e Marsiglia entrano dunque tra le 8 d’Europa insieme a Milan, Barcellona, Apoel, Benfica. Domani gli ultimi due ottavi di finale con Chelsea-Napoli e Real Madrid-Cska Mosca.

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews