Infarto: più rischio al mattino e il lunedì

Roma – Ci sarebbe una stretta correlazione tra le morti per infarto e i diversi momenti della giornata. Il mattino e soprattutto di lunedì sarebbero i momenti più critici. A renderlo noto, Roberto Manfredini, direttore della Clinica medica dell’università di Ferrara.

Naturalmente soprattutto per malattie di tipo cardiovascolare influisce anche lo stile di vita del soggetto: il vizio del fumo o il sovrappeso influiscono sensibilmente quali fattori di rischio. Inoltre contrariamente a quando ci si aspetta, tali episodi non si verificano nei momenti di piena attività. Le prime ore del mattino sono le più pericolose e a rischio infarto. In particolare il rischio di infarto cresce del 40% tra le 6,30 e le 12, e l’infarto sopraggiunto in tali momenti potrebbe rivelarsi davvero fatale.

«Al mattino diversi fattori, come il risveglio, l’aumento dell’attività fisica e della frequenza cardiaca e la maggior sintesi di cortisolo dovuta allo stress dell’avvio di giornata – ha detto Manfredini – inducono un incremento nella domanda di ossigeno; inoltre, dopo il risveglio è maggiore la vasocostrizione delle coronarie, l’adrenalina in circolo è più abbondante e le piastrine tendono a essere maggiormente “adesive” favorendo la formazione di trombi. Tutto questo si traduce in una ridotta disponibilità di ossigeno circolante, un aumento della pressione e una maggiore instabilità delle placche aterosclerotiche, che possono quindi rompersi provocando un infarto».

Ma non solo: il lunedì, in inverno soprattutto, le probabilità di infarto salgono di un 13 per cento, e così anche la gravità. «Al lunedì evidentemente è più probabile una sorta di “fuori sincrono” degli orologi biologici periferici presenti in quasi tutti gli organi, cuore compreso – ha proseguito Manfredini – inoltre, può darsi che giochino un ruolo sfavorevole anche un incremento della pressione o degli zuccheri e lipidi nel sangue a seguito del diverso stile di vita nel fine settimana ».
Per ridurre tali rischi è sempre consigliabile condurre una vita tranquilla, mangiare sano e fare attività fisica, riducendo il più possibile lo stress.

                                                                                                                                                                                                                           Angela Piras

Foto: medicinalive.com; dizionariosintomi.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews