Inedito Jack Kerouac. All’asta le lettere ‘ubriache’ d’amore e di sesso

Jack Kerouac

Jack Kerouac da giovane

«Non vi è alcun dubbio nella mia mente sul fatto che i nostri occhi mai abbiano visto una creatura squisita come lei». È un inedito Jack Kerouac, principale esponente della Beat Generation,  quello che emerge dalle lettere confidenziali scritte all’amico Apostolos, nelle quali il giovane scrittore confidava i suoi tormenti amorosi per la «dea» Jacqueline Sheresky. Un “ubriaco” di romanticismo in cerca anche delle prime esperienze sessuali. Le 17 lettere scritte tra il 1940 e il 1941 dallo scrittore statunitense andranno all’asta in autunno.

“BECOMING KEROUAC” - Secondo la casa d’aste Skinner, le 17 lettere complete, due cartoline e sette frammenti scritti dall’autore di On the Road, trovati dalla figlia di George J Apostolos dopo la sua morte, mostrano un Kerouac nel processo di “divenire Kerouac”. ”Sto pensando di fare il barbone uno di questi fine settimana. [..] Solo un sabato e domenica a Lowell. Mi ha sempre attratto”, e poi scrive in rosso: “Perché è lì che inizia la strada”

Apostolos era un amico d’infanzia di Kerouac a Lowell, Massachusetts. L’autore scriveva da Horace Mann, la scuola di New York dove Kerouac aveva vinto una borsa di studio e dalla Columbia University. Le lettere sono state scritte su una macchina da scrivere, con interlinea singola, e alcune sono lunghe fino a cinque pagine.

Jack Kerouac lettere

Una lettera scritta da Jack Kerouac

LE LETTERE DI KEROUAC - Devon Gray, esperto di Skinner di Boston che si occuperà della vendita delle preziose missive, stima ciascuna lettera tra 2.000 e 500 dollari. Nelle lettere Kerouac rivela all’amico anche turbamenti, passioni e desideri e anche la paura di chiedere alla sua “dea” di fare sesso.  Le lettere saranno messe all’asta il prossimo 16 novembre .

Jack Kerouac ha ispirato moltissimi scrittori e artisti, come Bob Dylan. Il libro On the Road è considerato il manifesto della Beat Generation, movimento artistico, culturale e poetico degli anni ’50 basato sul rifiuto delle norme imposte, a favore delle innovazioni in stile e della sperimentazione di droghe e sessualità alternative. I suoi viaggi sono stati raccontati anche nei libri I sotterranei, I vagabondi di Dhama e Big Sur.

Valentina Gravina

@valegravi

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews