Immigrati: i siriani che fanno richiesta d’asilo in Italia sono pochi

immigrati

foto: piovegovernoladro.info

Sia dal punto di vista giuridico che dal punto di vista più prettamente umano è giusto che l’Italia aiuti gli immigrati richiedenti asilo che scappano dalla guerra. Su questo sembrano essere d’accordo tutte le forze politiche, dalla sinistra alla Lega. La domanda che però in pochi si fanno è: ma gli immigrati richiedenti asilo in Italia scappano effettivamente dalla guerra? Il 25 febbraio il Ministero dell’Interno ha pubblicato alcuni dati ufficiali proprio sugli immigrati richiedenti asilo nel Bel Paese. Se si osservano i numeri – e soprattutto le nazioni di provenienza – degli immigrati richiedenti asilo in Italia nell’ultimo mese disponibile cioè gennaio 2016 (ecco il link) è praticamente impossibile non stupirsi.

Da più di cinque anni va avanti in Siria una guerra terribile che, stando a quanto ha riportato il Syrian Center for Policy Research, ha causato al dicembre 2015 ben 470mila morti, fra cui donne e bambini. Ospitare in Italia rifugiati siriani che fuggono da terribili sofferenze sarebbe quindi un gesto bello e doveroso. Peccato che i siriani che decidono di venire in Italia sono pochissimi. Fra le richieste d’asilo analizzate a gennaio del 2016,quelle dei siriani erano così poche da finire sotto la categoria “altri”. Fra le richieste d’asilo analizzate nel mese precedente cioè nel dicembre 2015 (ecco il link) qualcuna che proveniva da siriani c’era: appena 43.

immigrati

foto: ilfattoquotidiano.it

Questo, ovviamente, non significa che tutti gli immigrati le cui richieste d’asilo sono state analizzate a gennaio 2016 non siano scappati da situazioni a dir poco difficilissime. 1306 richieste d’asilo erano di cittadini nigeriani, 86 di cittadini camerunensi. In Nigeria ed in Camerun opera Boko Haram, una formazione jihadista alleata del Califfato nero. Dall’autoproclamato Stato Islamico presumibilmente sono scappati i 55 immigrati iracheni le cui richieste d’asilo sono state studiate a gennaio. 249 richieste d’asilo erano di immigrati ucraini, e in Ucraina è in corso una guerra da quasi due anni. Le domande provenienti da cittadini afgani erano 665, e in questo paese va avanti da più di dieci anni una guerra cominciata dagli Stati Uniti d’America.

Ma la parte più interessante deve ancora arrivare. Sono 112 i marocchini le cui richieste d’asilo sono state vagliate a gennaio 2016. Ma in Marocco non c’è nessuna guerra. Lo stesso discorso vale per l’India. Dalla stessa India che dovrebbe ridare all’Italia i due marò, infatti, sono arrivati 42 immigrati e le loro domande sono state analizzate a gennaio. Le domande dei tunisini a gennaio sono state 32 mentre quelle di persone provenienti da El Salvador, Stato dell’America centrale, 37. Quelle dei cinesi, invece, erano 53.

Non c’è da stupirsi se a gennaio solo al 3% degli immigrati che hanno presentato richiesta d’asilo è stato riconosciuto lo status di rifugiati.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: piovegovernoladro.info; ilfattoquotidiano.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews