Il virus influenzale estirpato dall’astinenza da zuccheri

virus influenzale

Virus influenzale (tantasalute.it)

Tosse, raffreddore e febbricola sono i classici sintomi che ogni inverno tornano a debilitare la popolazione mondiale, per i quali nasce oggi un nuovo antidoto che sostituirebbe il classico vaccino periodico.

PRIVARE IL VIRUS DELLO ZUCCHERO – Fra le tante ipotesi avvalorate dagli scienziati, la risposta concreta ai danni causati dall’influenza stagionale riporrebbe le sue speranze in un elemento semplice e antico: lo zucchero, o meglio, la sua privazione.

LA SCOPERTA – Il congresso annuale della Società di biologia cellulare degli Stati Uniti, svoltosi recentemente a New Orleans, ha fruttato nuove teorie volte a far estinguere, in futuro, il virus influenzale in tutte le sue varianti. Seguendo le teorie degli scienziati presenti alla conferenza, l’infezione anche se parzialmente variabile ad ogni suo ritorno annuale, mantiene una caratteristica comune dalla quale non può privarsi: il fabbisogno di glucosio ai fini della sua riproduzione e diffusione nel corpo umano. Tale innovativa concezione potrebbe causare la totale sparizione dell’infezione che affligge milioni di persone  durante ogni suo ritorno stagionale, privando direttamente il virus della sua linfa vitale.

RISCONTRI POSITIVI PER I TEST - Due scienziate provenienti dall’Università della North Carolina di Greensboro, hanno effettuato alcuni test sui campioni di influenza A, appurando come, attraverso la modifica del processo di assimilazione di glucosio  nel  virus, si arrivi a gestirne la sua prolificazione all’interno di cellule mammifere. Le due ricercatrici Amy Adamson e Hinissan Pascaline Kohio, hanno iniettato nel sistema cellulare del virus influenzale una sostanza che modifica significativamente le sue capacità di assorbimento del glucosio, riscontrando poi nelle colture di cellule mammifere una reale regressione dell’infezione.

CANDIDA E ZUCCHERO - Fra le molte infezioni di media pericolosità che tormentano gli esseri umani, vi è un lievito fastidioso che, come la recente scoperta, diminuisce di intensità mediante l’astinenza da zuccheri: la candida albicans. La micosi tanto temuta dalla popolazione femminile, aumenta in modo esponenziale in caso si consumino carboidrati e alimenti con glucosio. Una grande scoperta quella avvenuta a Greesnboro, con la speranza che possa costituire una reale antagonista al temuto virus influenzale.

Foto preview: pharmastar.it

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews