Il tradimento è più bello… con il collega!

sexRoma – Tanto nuova la notizie la non è: secondo la Ami, Associazione avvocati matrimonialisti italiani, le cause più frequenti di infedeltà sono determiante da storie clandestine che uno dei due coniugi intraprende con un collega.

I numeri parlano chiaro: il 60% delle cosiddette “corna” si praticano all’interno del luogo di lavoro. Non basta. Spesso le relazioni sessuali si trasformano in veri e propri legami affettivi che durano anni all’insaputa del partner ufficiale e in qualche caso, sono coronate dalla nascita di uno o più bebè.

Insomma, pare che una delle attività preferite dagli italiani sia di intavolare e pianificare vite parallele con compagni diversi i quali, spesso, non solo non si conoscono, ma ignorano l’esistenza gli uni degli altri. Il risultato lo conferma la Ami: il 40% delle crisi coniugali è determinato dal “tradimento con collega”.

Gian Ettore Gassani, presidente dell’Ami, dà alcune indicazioni su come operano gli investigatori privati del settore. Essi iniziano a cercare prove di eventuali tradimenti, innanzitutto, sul luogo di lavoro del coniuge controllato: “I luoghi di lavoro a maggiore rischio-tradimento sono nell’ordine: ospedali e cliniche, studi professionali, redazioni giornalistiche, pubblici uffici e banche”. Continua Gassani: “Quando queste relazioni extraconiugali diventano stabili, il traditore cambia radicalmente atteggiamento nei confronti del coniuge rifiutando i rapporti sessuali, il dialogo e ogni forma di condivisione coniugale. Inoltre, il coniuge infedele quasi sempre commette errori fatali (abuso delle telefonate sul cellulare in entrata ed uscita o cellulare sempre spento, sms. Mail compromettenti non cancellati, scontrini di ristoranti e ricevute di alberghi non distrutti. Tracce di trucco, profumo o il classico capello biondo sulla spalla). Altri errori determinanti sono chiudersi in bagno per telefonare o portare sempre con sé, in ogni luogo della casa, il cellulare”.

Città a rischio – Secondo Ami, Milano è statisticamente la città in cui si consuma il maggior numero di tradimenti, seguita a ruota da Roma, Bologna, Torino. Nel sud la città più hot dal punto di vista coniugale è Napoli. Pare, inoltre, che tra le infedeltà extra-matrimoniali “con collega” più frequenti ci siano quelle a sfondo omosessuale: 7% dei mariti e 5% delle mogli.

Chantal Cresta


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews