Il teatro alla conquista dei più piccoli: breve intervista con Giovanni Lucini

 

La casa delle Storie - a Milano al Teatro Smeraldo

MILANO – Da sempre girando per le città si notano i cartelloni pubblicitari con tutte le informazioni inerenti agli spettacoli teatrali di prossima programmazione. La novità di quest’ultimo periodo riguarda una maggiore offerta di spettacoli per i bambini, con cartelloni raffiguranti i vari personaggi di fantasia che popolano il tempo libero dei piccoli.

Tra gli spettacoli per bambini da più tempo presenti nell’offerta milanese segnaliamo le fiabe elaborate dalla compagnia la Case delle Storie che da anni si è stabilizzata nel foyer del teatro Smeraldo di Milano.

Abbiamo incontrato il direttore artistico Giovanni Lucini, il quale anche quest’anno coinvolgerà piccoli e grandi nell’allestimento delle fiabe facendo partecipare tutti attivamente nella costruzione della trama. Infatti la narrazione di ogni fiaba prevede varie fasi che comprendono l’ascolto, ma anche la partecipazione da parte degli spettatori che, attraverso una coinvolgente interazione, possono vivere i personaggi delle storie.

 «La novità di questa stagione è la rappresentazione della fiaba Il brutto anatroccolo che esordirà il prossimo 18 novembre. Capita a tutti i bambini provare il disagio di sentirsi inappropriati di fronte a qualche situazione e la fiaba è una metafora di questa condizione. Vogliamo aiutare il giovane pubblico a trovare il cigno che è in loro e farlo crescere ». Con queste parole Giovanni Lucini, ci ha presentato il progetto, prima di rispondere alle nostre domande.

- Quali sono i requisiti di una fiaba per essere rappresentata?

«Innanzitutto guardiamo il contenuto e il messaggio della fiaba e solo in seguito valutiamo come valorizzare la trama all’interno del contesto teatrale».

- Come valuta la crescita dell’offerta di spettacoli per i più piccoli?

«Effettivamente sono sempre di più i teatri che offrono spettacoli dedicati al mondo giovanile. Come sempre tutto dipende da come viene realizzato. Per quanto ci riguarda il nostro spirito è quello di regalare emozioni ai piccoli e ai grandi. Non cerchiamo sovvenzioni e a dire il vero neanche il business, dato che la capienza del foyer è al massimo di 150 persone».

- Che cos’è l’ora della fiaba?

«E’ un nuovo progetto al via da quest’anno. Leggiamo una fiaba ai bambini proprio come lo facevano i nostri nonni e i nostri genitori. Oggi il mondo corre veloce, la tecnologia ci sovrasta e spesso i genitori non hanno il tempo per fermarsi a leggere una fiaba ai loro bimbi. Vogliamo ricreare una situazione per pensare e alimentare la creatività dal sapore antico».

Lo spettacolo di Simone Schettino al San Babila di Milano

L’appuntamento con La Casa delle Storie è ogni fine settimana al Teatro Smeraldo, ma il capoluogo lombardo offre anche per i più grandi, magari alla ricerca di un po’ di sana evasione dai propri pargoli, eventi interessanti. Questa settimana segnaliamo, al Teatro San Babila, Se tocco il fondo… Sfondo! spettacolo con Simone Schettino ad alto tasso di comicità.

A Roma invece prosegue al  Teatro Brancaccio il musical Mamma Mia! con le canzoni degli Abba a cui Fabrizio Giona, della nostra Redazione, ha dedicato un approfondimento per chiunque voglia saperne di più.

Marco Papetti

 fonte foto: http://www.smeraldo; www.teatrosanbabila.it

  

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews