Il segreto per un matrimonio felice? Una grande cerimonia

matrimonio

I matrimoni sono un enorme business. In Gran Bretagna costano in media 21.000 sterline a coppia. Negli Stati Uniti circa 30.000 dollari. Evidentemente, però, spendere molti soldi conviene. Secondo un nuovo rapporto del “National Marriage Project” redatto nell’Università della Virginia, più grande è il vostro matrimonio, maggiori saranno le probabilità di ottenere una vita di coppia felice.

I MIGLIORI SPOSI - Secondo questo rapporto, sposarsi di fronte a tanti amici e parenti fa sì che poi gli sposi seguiranno i loro impegni. Chi invece si sposa davanti a poche persone, tende a non considerare l’evento particolarmente importante. La stabilità coniugale e l’annessa felicità, quindi, sarebbe direttamente collegate al costo del matrimonio e al fatto di aver invitato centinaia di persone. Per la precisione, l’elemento più importante sarebbe quello competitivo. Tutti gli sposi vogliono avere la cerimonia migliore del mondo. Chi effettivamente riesce ad avere delle nozze perfette o quasi, difficilmente metterà in discussione il matrimonio stesso. Addirittura, sei donne su dieci hanno ammesso che quando hanno organizzato il loro matrimonio hanno pensato a come fare per avere una cerimonia migliore di quella delle loro amiche. Per questo, alcune si sono preoccupate anche di non invitare ospiti indesiderati e addirittura sono state attente a non avere damigelle grasse.

QUALCHE DUBBIO - Vale la pena ricordare, però, che quando si hanno dei problemi con il proprio partner, avere invitato o no centinaia di persone al proprio matrimonio cambia poco. Avere buoni amici con cui consigliarsi e sfogarsi può decisamente aiutare nei momenti difficili. Ma nessuno può onorare i voti matrimoniali se non chi li ha fatti. E soprattutto, non è detto che un matrimonio celebrato davanti a pochi intimi non sia comunque bello e suggestivo abbastanza da far prendere l’impegno sul serio, e non come una promessa valida soltanto per i primi giorni. La cosa più importante in un matrimonio, infatti, non è la competizione, ma i sentimenti che si provano nei confronti dell’altra persona.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: letteradonna.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews