Il rumore fa ingrassare: lo rivela uno studio svedese

Secondo uno studio svedese ci sarebbe un legame tra l'aumento del grasso nel girovita e il rumore cittadino di automobili, motorini, mezzi pubblici, ecc.

Traffico cittadino (www.ansamed.info)

Traffico cittadino (www.ansamed.info)

STOCCOLMA, SVEZIA – Siete a dieta in previsione dell’estate ormai alle porte? Allora, prima ancora di intervenire sugli alimenti e sulle bevande, sugli zuccheri e sugli additivi chimici, dotate la vostra abitazione di porte e finestre isolanti. Avete capito bene: il rumore fa ingrassare. A dichiararlo uno studio svedese, condotto dai ricercatori del Karolinska Institute e pubblicato sulla rivista Occupational & Environmental Medicine.

ALTOLÀ RUMORE! –   Secondo i ricercatori svedesi ci sarebbe un collegamento tra il frastuono del traffico cittadino – quindi tra l’inquinamento acustico –  e l’aumento dei chili nelle persone che vivono nelle zone più trafficate delle città. Lo studio ha preso in considerazione circa cinquemila persone tra i quarantatré e i sessantasei anni che sono state osservate per cinque anni: oltre a trovare un legame tra l’inquinamento acustico e l’ipertensione, i ricercatori svedesi si sono accorti che il frastuono cittadino – dovuto al rumore continuo e incessante di mezzi da lavoro, automobili, mezzi pubblici, motorini, ecc. – provoca un aumento del girovita. In particolare, hanno evidenziato come, superando la tolleranza di 45 decibel – quelli che emaniamo durante una normale conversazione – , ad ogni aumento di decibel aumenta il giro vita.

Inquinamento acustico (www.eea.europa.eu)

Inquinamento acustico (www.eea.europa.eu)

L’INQUINAMENTO, QUALUNQUE ESSO SIA, FA MALE ALL’ORGANISMO – Le persone considerate vivevano tutte a Stoccolma, sia nelle aree rurali che in quelle urbane, a ridosso di autostrade, aeroporti e scali ferroviari. Dopo cinque anni di osservazione, i ricercatori del Karolinska Institute non hanno dubbi: il rumore fa ingrassare. Non si tratta ovviamente di un incremento di peso capace di provocare danni alla singola persona, però sottolinea come tutti i tipi di inquinamento, anche quello acustico, facciano male all’organismo umano. Sembra che il rumore provochi soprattutto stress, che questo non faccia riposare bene e che quindi l’organismo ricerchi un’altra fonte di rilassamento, il cibo. Una seconda ipotesi invece afferma che il frastuono influirebbe in modo negativo sul cortisolo, l’ormone che favorisce l’accumulo di grasso nel girovita. Come già accennato, inoltre, l’inquinamento acustico causerebbe numerose malattie metaboliche e cardiovascolari, tra cui l’ipertensione, l’infarto cardiaco e l’ictus.

Mariangela Campo

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews