Il rock, la via italiana al miracolo economico

L'autrice di "Rock n' Roll Italian Way" Marilisa Merolla

L'autrice di "Rock n' Roll Italian Way" Marilisa Merolla

L’Italia di oggi come figlia della musica di ieri. E con questo spirito che verrà presentato oggi alle 11, all’ Università La Sapienza di Roma, (nell’Aula magna della Facoltà di Sociologia di Via Salaria), “Rock n’Roll Italian Way“, libro scritto da Marilisa Merolla, ricercatrice e docente di Storia Contemporanea.

Un testo di profonda rilfessione sul quale si possono leggere le contraddizioni, le ansie, le paure  e gli slanci entusiastici di una società italiana, quella degli anni Cinquanta, che cerca di contrastare e rimanere “avvinta come l’edera” al cambiamento in atto.

Il suono del rock arriva infatti nella penisola nel 1954, portato sul territorio nazionale dai militari americani NATO che si trovavano a svolgere servizio nella base di Napoli.

E dal capoluogo campano la musica che ha cambiato una intera generazione si è presto allargata come una macchia d’olio piena di suoni, colori, messaggi e mode. E soprattutto nuovi totem nella popolazione degli anni del boom economico.

La copertina del libro

La copertina del libro

Primo fra tutti a cambiare drasticamente è il ruolo della donna, non più angelo del focolare, ma persona libera e emancipata in grado di poter decidere da sola della propria vita. E  un forte rovesciamento dei valori patriarcali nella quale i giovani nati del dopoguerra troveranno la capacità e la forza di opporsi a tutto ciò che ormai è considerato obsoleto, portando alla forte rivoluzione sistemica del 1968.

All’evento parteciparanno importanti ospiti come la professoressa di Storia Contemporanea Simona Colarizi, il preside della facoltà Luciano Zani, il critico musicale Dario Salvatori.

 Sono previsti anche interventi da parte del presidente della fondazione Einaudi Franco Chiarenza, l’autore e produttore televisivo Giorgio Verdelli e l’ideatore del fortunato programma radiofonico “Rai Stereonotte“, Pierluigi Tabasso. Un importante salto indietro nel tempo per non dimenticare le nostre origini.

Adriano Ferrarato

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews