Il pene dei giovani è più corto di un centimetro. Ecco il perchè

Le dimensioni del pene dei giovani si sono ridotte di un centimetro (fonte: images.style.it)

Le dimensioni del pene dei giovani si sono ridotte di un centimetro (fonte: images.style.it)

Padova – Notizie poco positive per i giovani ragazzi italiani: le dimensioni del pene delle nuove generazioni, infatti, si sarebbero accorciate di circa un centimetro rispetto ai maschi “più anziani”.

DIMENSIONI VARIATE NEL TEMPO - Come conferma il direttore del Servizio per la patologia della riproduzione umana dell’Azienda ospedaliera universitaria di Padova, Carlo Foresta, «l’organo sessuale dei giovani italiani è più corto di un centimetro rispetto ai coetanei della metà del secolo scorso»: il direttore risponde, tramite gli studi elaborati dal suo team, ad un articolo pubblicato sul Telegraph dal titolo ‘il pene sta diventando più piccolo, realtà o mito?’, affermando come le dimensioni medie dell’organo genitale maschile siano variate nel tempo, a causa di diversi fattori sociali che hanno inciso sulla salute e sullo sviluppo dell’uomo.

LE CAUSE DELLA RIDUZIONE DEL PENE - La ricerca condotta da Foresta e dal suo gruppo di ricercatori ha confermato come malattie dilaganti come l’obesità siano tra le prime cause della riduzione del pene, poiché tale patologia «influenza negativamente la produzione di ormoni durante l’età dello sviluppo. La lunghezza dell’organo sessuale maschile è data dall’imprinting genetico che riceve ognuno di noi, ma può essere influenzata da fattori esterni: stili di vita poco salutari e fattori ambientali, che sopratutto nell’età dello sviluppo, possono incidere sulle dimensioni». Inoltre tali variazioni ambientali e salutari interessano anche gli over 50, poiché obesità e diabete influiscono negativamente sulla produzione dell’ormone del testosterone, andando ad incidere sulla funzionalità e sulle dimensioni del pene.

SCARSA PRODUZIONE DI ORMONI - L’approfondita ricerca del problema è stata condivisa anche dall’urologo-andrologo dell’Università Sapienza di Roma, Gabriele Antonini, specializzato nell’impianto di protesi idrauliche al pene, il quale spiega come il miglioramento delle condizioni di vita e lo stato generale di benessere, che ha inciso sullo sviluppo di patologie legate all’alimentazione errata, influiscano in modo negativo su «sulla salute dei vasi sanguigni e possono causare uno stato di fibrosi dei corpo cavernosi dell’organo sessuale maschile. Con evidenti conseguenze sull’erezione e la lunghezza del pene».

Oltre all’importante salvaguardia dello stato di salute generale e alla prevenzione di gravi patologie, quindi, un’alimentazione corretta e uno stile di vita sano sono importanti e fondamentali anche per lo sviluppo delle dimensioni del pene. Che le dimensioni contino o meno…

Alessia Telesca

foto: images.style.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews