Il Papa non retorico che si schiera contro il sistema capitalista

Ennesima apertura ai divorziati e dure parole contro un sistema capitalista che genera disoccupazione tra i giovani. Le parole mai retoriche di Papa Francesco

papa

Papa Francesco

Il Papa parla ai membri della Pontificia Commissione per l’America Latina attaccando duramente un sistema capitalista mondiale che genera disoccupati determinando in particolare una rischiosa disoccupazione giovanile. Dopo le parole a favore dei divorziati nella messa della mattina – «Bisogna accompagnare, non condannare, quanti sperimentano il fallimento del proprio amore» – ancora parole importanti e non retoriche da parte di Papa Francesco.

L’IMPORTANZA DELL’UTOPIA – «Al giorno d’oggi dà fastidio a questo sistema mondiale la quantità di giovani ai quali è necessario dare lavoro e per questo c’è questa percentuale così alta di disoccupazione giovanile. Il giovane che è senza lavoro anestetizza l’utopia e un giovane senza utopia è un vecchio precoce». Queste le significative parole del Papa che ha poi continuato: «La trasmissione della fede non avrà radici se non sarà accompagnata da comportamenti e da valori. Per poter trasmettere la fede, oltre alla divulgazione di contenuti di base, è necessario creare l’abitudine di una condotta, favorire la ricezione dei valori che la preparino e la facciano crescere. La trasmissione della fede si basa su tre pilastri: utopia, memoria e discernimento. Il primo, importante per i bambini e soprattutto per i giovani, è la buona gestione dell’utopia».

IL DIO DENARO GOVERNA  IL MONDO – Sulla questione dell’emergenza educativa presente in tutto il mondo, e ancora di più nell’America Latina, il Papa ha affermato che «l’emergenza educativa è l’incontro tra generazioni, l’incontro tra giovani e anziani. Questo incontro permette infatti di conoscere il passato e di saper leggere il presente. La fede di un giovane matura se non mancano la memoria del passato, il discernimento del presente e l’utopia del futuro». In una società, per il Papa, dominata dal dio denaro: «Ma il vero problema nella società odierna è la cultura dello scarto. Oggi, per l’economia che si è radicata nel mondo, al centro c’è il dio denaro e non la persona umana. E quindi tutto quello che non entra in questo ordine, si scarta».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews