Il nuovo romanzo di Carlotto e Videtta: Ksenia – Le vendicatrici

 

Il nuovo romanzo di Carlotto

Ksenia - Le vendicatrici. La copertina

E’ uscito in tutte le librerie il nuovo romanzo di Massimo Carlotto, scritto in coppia con lo sceneggiatore televisivo Marco Videtta: si tratta di Ksenia (Einaudi 2013, «Stile libero big» 15,00 €), primo capitolo di una serie di quattro libri dal titolo Le vendicatrici.

Ksenia è giovane, bella e siberiana: è fuggita dal suo Paese convinta di essersi liberata degli uomini peggiori sulla faccia della terra, a cominciare dal padre alcolizzato, violento e pervertito. Si è lasciata convincere dal fascino di Lello Pittalis, ufficialmente un intermediario di un’agenzia matrimoniale, in realtà un criminale senza scrupoli in affari con la mafia russa per la «tratta delle spose». La sua attività consiste nel reperire con l’inganno giovani donne dei paesi dell’est Europa allo scopo di combinare matrimoni o relazioni temporanee con ricchi uomini italiani.

Ksenia si trova così prigioniera di un disgustoso usuraio romano, Antonino Barone, di una misteriosa donna che la usa come schiava dei suoi piaceri sessuali e dell’organizzazione internazionale gestita da Lello Pittalis, il quale tiene sotto controllo la ragazza attraverso minacce e violenze continue. La giovane non vede vie d’uscita, fino a quando non conosce Luz, un’altra donna sfruttata da una situazione di povertà dalla quale non riesce a uscire: è costretta infatti a prostituirsi per poter mantenere sé stessa e la figlia, rinchiusa in un collegio per proteggerla dal degrado cui è costretta la madre.

Le due donne si guardano a lungo dalla finestra delle rispettive prigioni, si conoscono e improvvisamente si innamorano, riuscendo a intravedere un raggio di luce nel nero che le circonda. Quando entra in scena anche Eva, la profumiera del quartiere, moglie di un inetto che la abbandona ricoperta di debiti nelle mani dello stesso usuraio che ha sposato la sfortunata Ksenia, ecco che le tre donne si uniscono per riscattare le proprie vite dalla miseria e dalla disgustosa perfidia dell’universo maschile che le circonda. Non importa quali mezzi dovranno usare: la loro voglia di riscatto e determinazione passerà anche per la violenza e un’indispensabile vendetta contro i soprusi subiti.

Ma non sono le uniche donne in cerca di un risarcimento per il male e le ingiustizie patite: sullo sfondo si muove Monica, barista sgraziata in grado di farsi notare solo per le orecchie a sventola e per la lingua troppo lunga. Proprio per questa sua ultima caratteristica si trova a subire uno stupro punitivo da parte dei fratelli Fattacci, braccio armato di Antonino Barone. Ma nulla può fermare questa giovane donna, in realtà una persona totalmente diversa dalle apparenze, a partire dal nome: si chiama infatti Sara. Per Barone e la sua banda avida e violenta si avvicina il momento della resa dei conti.

Massimo Carlotto torna in libreria di nuovo attraverso un’opera condivisa, dopo il successo di Cocaina (Einaudi 2013, «Stile libero big» 13,00 €) pubblicato a inizio anno assieme a Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo.  E’ necessario sottolineare subito che forse questo primo capitolo di una saga di quattro non è il miglior prodotto della carriera di Carlotto. Innanzitutto per via della trama: in certi momenti sembra davvero reggersi su basi poco solide, soprattutto per il troppo spazio lasciato all’azione delle protagoniste da parte di criminali senza scrupoli. Non solo: anche la scrittura sembra scorrere in modo molto poco naturale. Talvolta pare decollare, mentre in certi momenti i periodi diventano troppo complicati e appesantiscono eccessivamente la narrazione.

Il nuovo romanzo di Carlotto

Massimo Carlotto www.repubblica.it

Tuttavia, fatte queste dovute premesse, esiste un potente lato emotivo che deve necessariamente essere preso in considerazione: questo è un libro che crea nel lettore, oltre a una suspance costante, una naturale empatia nei confronti delle protagoniste. E’ semplicemente meraviglioso leggere di queste donne coraggiose in grado di ribellarsi allo sfruttamento e di cercare con rabbiosa determinazione la vendetta contro i loro aguzzini.

Non è possibile non essere conquistati dalla passione di Ksenia, dall’amore di Luz, dall’orgoglio di Eva e dall’ardore di Sara. Così come non si può non partecipare alla loro unione e voglia di riscatto. Nella speranza che, in un mondo in cui troppe donne ancora oggi sono vittime di abusi e sopraffazioni, il nuovo libro di Carlotto e Videtta possa essere un spunto per trovare la forza di rialzare la testa.

Massimo Carlotto e Marco Videtta. Ksenia – Le vendicatrici. Einaudi 2013, «Stile libero big» 15,00 €

Daniele Leone
@DanieleLeone31

Foto in copertina: www.collisioni.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews