Il nuovo libro di Andrea Camilleri: La rivoluzione della luna – la recensione

Il nuovo romanzo di Andrea Camilleri

La rivoluzione della luna - la copertina

E’ uscito in tutte le librerie il nuovo libro di Andrea Camilleri, La rivoluzione della luna (Sellerio 2013, «La memoria» € 14,00).

Nella seconda metà del seicento la Sicilia, sotto la dominazione dei sovrani di Spagna, era dilaniata dall’esito delle vicissitudini che nei decenni prima l’avevano colpita: la carestia e le epidemie avevano ciclicamente falcidiato la popolazione, portando i cittadini all’esasperazione. In questo contesto, le imposizioni fiscali erano vissute con odio feroce, tanto da portare a continue rivolte contro il regno dominante e i suoi rappresentanti. Oltre a questo contesto di per sé insopportabile, dilagavano malcostume, clientelismi e corruzione, come un onere, una punizione aggiuntiva, per una terra già vessata dal fato.

Il vicerè Angel de Guzman prova a porre rimedio a questa situazione di degenero, tenendo a bada i vizi dei consiglieri del governo, abituati ai peggiori costumi radicati in Italia e nell’isola: dallo sfruttamento delle donne, ai favori a parenti, amici e a quanti altri fossero in grado di ricambiare. Tuttavia un giorno si ammala, iniziando a ingrassare e a perdere il senno: in questo contesto i potenti governanti possono riprendere il controllo dei loro affari privati usando i poteri pubblici. Ma quando il vicerè muore, trovano una brutta sorpresa: per volontà testamentaria l’incarico sarà ricoperto da una donna, Eleonora di Mora, sua bellissima moglie.

Ma Eleonora non è solo una femmina dall’aspetto seducente e irresistibile: è una persona di carattere, intelligenza ed equità, tutte doti disprezzate e temute dai potenti locali, dal vescovo ai ricchi possidenti. In pochi giorni la nuova rappresentante del governo spagnolo abbasserà le tasse alle famiglie povere e numerose, ridurrà il prezzo del pane, vigilerà sui commerci e introdurrà una serie di riforme a sostegno delle donne che metteranno in serio pericolo gli interessi locali. Dopo 27 giorni, la durata di un ciclo lunare, il re sarà costretto a richiamarla nella penisola iberica per un tranello teso dai potenti nemici di Eleonora, ponendo così fine alla speranza di una Sicilia più giusta al termine di un’autentica rivoluzione.

Dopo il discutibile approccio al romanzo erotico con Il tuttomio (Mondadori 2013, «Scrittori italiani e stranieri» 16,00 €), Andrea Camilleri si lancia in un nuovo esperimento: un romanzo storico che nasce da un episodio realmente accaduto e che viene arricchito dalla fervida fantasia dello scrittore siciliano, il quale si cala nei panni dei protagonisti della vicenda, sia i ricchi faccendieri che la meravigliosa Eleonora di Mora e ne racconta la lotta di potere terminata con la sconfitta di quest’ultima, ma soprattutto, si capisce, dei siciliani stessi.

Il nuovo romanzo di Andrea Camilleri

Andrea Camilleri letterefilosofia.it

In questo caso si può dire che l’esperimento sia perfettamente riuscito: a differenza che nel romanzo precedente, la protagonista femminile viene esaltata, pur senza mai toccare i tratti patetici e melensi della donna gentile, ma come persona risoluta, sicura di sé e intenzionata a governare con equità, buon senso e ponendo fine al malcostume e all’arroganza del potere tradizionale. Determinata insomma a compiere tutte quelle azioni che gli uomini pigri e corrotti, da sempre al potere, non avevano intenzione di fare, come ridistribuire il ricavato delle tasse e rendere accessibile a tutti il pane, oltre alle misure volte a favorire l’eguaglianza delle donne, da sempre emarginate e soggiogate.

La storia lascia l’amaro in bocca, come accade di fronte alle occasioni perdute: cosa sarebbe stato della Sicilia se avesse vinto la rivoluzione civile di Eleonora? E, paragonandoci ai giorni nostri, di quante persone come la donna dipinta da Andrea Camilleri avrebbe bisogno il nostro Paese per essere ben governato?

Lo scrittore siciliano torna quindi con un romanzo divertente, emozionante, scritto interamente, come nella sua migliore produzione, in un ipnotizzante miscuglio di italiano e dialetto. Lo fa raccontando di nuovo la sua terra in modo critico e senza indulgenze. Ma soprattutto con un omaggio alle donne, attraverso la figura coraggiosa e determinata di Eleonora Di Mora. Più che un libro, in conclusione, un altro gioiello di Andrea Camilleri, calato in uno scenario storico tragicamente attuale.

Andrea Camilleri. La rivoluzione della luna. Sellerio 2013, «La memoria» € 14,00

Daniele Leone
@DanieleLeone31

Foto in copertina: www.conaltrimezzi.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews