Il nostro amico a 4 zampe ci migliora e allunga la vita

Sempre più intenso il rapporto tra uomo e animale e numerosi i reciproci benefici: si stima infatti che in Italia vi siano 45 milioni di animali domestici e tra questi 15 milioni di cani e gatti

di Claudia Vallini

I PRINCIPALI BENEFICI – Un numero sempre maggiore di italiani sceglie di condividere la propria vita con un animale da compagnia e lo fa per le più svariate ragioni, affetto, compagnia, difesa. Nella maggioranza dei casi questi animaletti sono circondati di attenzioni, coccole e affetto e a volte sono addirittura viziati. Questo fenomeno è presente in tutto il mondo occidentale, dall’Italia agli Stati Uniti, all’Europa dell’est. I benefici della loro presenza tra le mura domestiche sono sotto gli occhi tutti, a cominciare dalla sferzata di buon umore che riescono a trasmetterci quando ci corrono incontro festosi e scodinzolanti al nostro rientro dopo una giornata lavorativa magari pesante e storta! Quante volte ci siamo detti che a questo esercito di amici pelosi manca solo la parola!

Accarezzare un cane o un gatto, prendersi cura delle loro necessità e giocare con loro aiuta a regolarizzare il respiro, rallentare il battito cardiaco, ridurre la pressione e l’ansia e contribuisce a superare la depressione. Recenti ricerche hanno dimostrato che le persone anziane proprietarie di cani hanno meno problemi di salute dei coetanei senza compagni a 4 zampe e questo anche perché i cani, avendo bisogno delle cure dell’uomo, forniscono ai loro padroni attempati una ragione in più per vivere. E’ fuori di dubbio quindi che avere un animale domestico influisce in modo positivo sul benessere psicologico, o meglio psicofisico. Addirittura si è stimato che tra gli infartuati la percentuale di sopravvissuti tra quelli che posseggono un cane è di 4 volte superiore rispetto a chi non ne possiede.

La convivenza con il nostro pet contribuisce alla produzione di ossitocina, comunemente chiamato ormone delle coccole che contribuisce a migliorare lo stato d’animo e la predisposizione alla cordialità e all’empatia verso gli altri. Per chi si sente un po’ solo e giù di morale una passeggiata al parco col proprio cane può essere un vero toccasana e un’occasione per fare nuove conoscenze scambiando due parole con persone che, senza il pretesto del cane, non si sarebbero mai conosciute.

Una ricerca condotta dall’Università di Deakin (Australia) ha evidenziato che prendersi cura di un animale domestico contribuisce a ridurre il sovrappeso e l’obesità infantile, giocare spesso con loro e portarli a correre al parco sono attività che piacciono molto a bambini e a ragazzi che in questo modo si divertono e fanno un po’ di sano movimento. La Pet Therapy, in italiano zooterapia, che utilizza i benefici derivanti dalla compagnia degli animali, ha dato risultati positivi con persone anziane, disabili, malati cronici e bambini autistici. Questa terapia, quando utilizzata in modo professionale, dovrebbe coinvolgere non solo paziente e amico animale, ma anche una equipe di medici, veterinari, psicologi ed educatori.

AMORE, CURE E RISPETTO VERSO IL NOSTRO PET – Prendere un animale forse non è proprio da tutti. E’ anche questione di carattere, di amore per gli animali e della capacità di sviluppare una particolare e reciproca simpatia. Non bisogna lasciarsi trascinare dalla moda del momento, ma farsi consigliare da un esperto, da un veterinario, quale animale potrebbe essere più adatto alle nostre esigenze e di quali cure ha bisogno per essere sano e felice.

Un animale è, o dovrebbe essere, per sempre. Accogliere in casa un amico a 4 zampe significa prendersene cura per tutta la sua vita che, grazie alla migliore alimentazione e cure veterinarie, si aggira ormai tra i 14 e i 18 anni. Sin da cuccioli cani e gatti vanno vaccinati contro le principali malattie infettive e portati dal veterinario almeno due volte all’anno per una visita e i richiami periodici delle vaccinazioni. Il gioco e le coccole quotidiane sono indispensabili per il loro benessere e i cani necessitano di almeno tre passeggiate al giorno di 20, 30 minuti l’una. E’ importante che vivano in ambienti puliti e disinfettati, la cuccia va pulita regolarmente, la sabbia del gatto cambiata quotidianamente e spazzole, pettinini e ciotole tenuti sempre puliti. Bisogna curare la loro alimentazione, preparando i pasti in casa su consiglio del veterinario o utilizzando cibi industriali adatti a loro e alle più svariate esigenze di salute e di palato dei nostri amici. Non dimentichiamo la ciotola dell’acqua, sempre a disposizione, fresca e pulita.  Controllare spesso orecchie, denti e mantello e soprattutto d’estate usare antiparassitari adeguati e di buona qualità, collari specifici e in zone con molte zanzare, fare dormire il nostro pet al chiuso.

Per i cani esiste l’obbligo del guinzaglio, del microchip e della registrazione all’anagrafe canina per contrastare il triste fenomeno dell’abbandono e il randagismo. Di fronte a tanti cani di cui i padroni si sono perdutamente innamorati ne esistono infatti molti altri che al contrario conducono purtroppo una vera e propria “vita da cani”, maltrattati e malati, rinchiusi in strutture che troppo spesso invece che ricoveri assomigliano a dei lager. Si tratta di mettere in atto una rivoluzione culturale, una presa di coscienza da parte dell’uomo nei confronti degli animali, che non sono cose, ma esseri viventi degni di rispetto e che possono darci tantissimo in cambio.

Foto | via www.sxc.hu

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Il nostro amico a 4 zampe ci migliora e allunga la vita

  1. avatar
    Very-86 15/05/2010 a 11:17

    D’ACCORDO AL 100%!!!!!!!!;-D

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews