Il Milano Jazzin’ Festival si chiude con il grande rock di Slash

Slash

Grande serata di musica rock ieri sera a Milano all’Arena Civica “Gianni Brera”. Sotto un cielo plumbeo che per fortuna, a parte qualche goccia di pioggia, ha graziato il pubblico, si è esibito uno dei chitarristi più famosi e idolatrati degli ultimi 20 anni: Slash!

Il riccioluto chitarrista, ex Guns n’ Roses, ha deliziato il pubblico milanese per ben due ore, fornendo una prestazione eccellente anche grazie all’ottima prova vocale di Myles Kennedy, voce degli Alter Bridge, che ha accompagnato il chitarrista per tutto il tour che ha seguito la pubblicazione del suo primo album da solista, datato 2010.

Dopo la breve esibizione dei Japanese Voyeurs, il concerto di Slash comincia con le note della roccheggiante Ghost, opener del recente album del chitarrista. La band è carica e il pubblico risponde con entusiasmo e partecipazione. Seguono Mean Bone e Sucker Train Blues, la prima risalente al periodo degli Slash’s Snakepit, la seconda un classico dei Velvet Revolver. Segue un terzetto di classici dei Guns n’Roses: una travolgente Nightrain, una spettacolare Rocket Queen e l’emozionante Civil War. Il pubblico canta a squarciagola, catalizzata dalla potente voce del frontman, che non fa rimpiangere nemmeno l’Axl Rose dei tempi d’oro. Si prosegue con alcuni azzeccati estratti del nuovo album, (Back from Cali, Promise, Starlight e Nothing to Say). Con una violenta My Michelle il pubblico torna ad agitarsi considerevolemente, prima di Doctor Alibi, altro estratto dal nuovo disco, seguita poi da altri tre pezzi del periodo Snakepit: Speed Parade, Jizz Da Pitt e Just Like Anything. Gran finale con una Patience leggermente elettrica che manda in delirio il pubblico, prima del consueto lungo assolo di Slash che, partendo dalle note della celebre musica del Il Padrino, porta direttamente all’immortale Sweet Child o’Mine. Prima dei saluti e della meritata ovazione del pubblico c’è tempo per Slither dei Velvet Revolver. Ovviamente la band torna sula palco per una stupenda By the Sword ed una tiratissima, e purtroppo conclusiva, Paradise City, che scatena il pubblico e conclude il concerto dopo due ore di grande rock’n’roll.

Myles Kennedy e Slash

Slash è apparso in grande forma: dimagrito e atletico, ha deliziato il pubblico con il suo stile inconfondibile, costituito da una mescola di blues e hard rock, ottimamente supportato dal resto della band. Degna di nota la scaletta, composta in parti uguali da canzoni appartenenti a tutte le band nella quale il chitarrista ha militato. Un applauso lunghissimo alla prova di Myles Kennedy: un frontman eccezionale, dalle doti vocali incredibili, che ha saputo trascinare il pubblico. Il successo dei suoi Alter Bridge sembra non aver fatto montare la testa al cantante americano che si è esibito con il sorriso sulle labbra, con grande carica e senza troppe manie di protagonismo, consapevole di avere la fortuna e l’onore di essere in tour con una leggenda vivente del rock’n’roll.

Unica nota dolente della serata è stata il volume probabilmente un po’ troppo basso della musica, spesso letteralmente coperta dai cori del pubblico. Purtroppo l’Arena Civica è situata in una posizione centrale del capoluogo milanese, e la presenza di numerose abitazioni limitrofe costringe gli organizzatori a limitare i decibel. In ogni caso è stata una serata di grande rock, degna conclusione del Milano Jazzin’ Festival 2011, che ha visto alternarsi sul palco numerosissimi artisti di primissimo piano della musica internazionale.

Concludiamo augurando un buon concerto a coloro i quali assisteranno all’esibizione di Slash di questa sera a Roma, all’ippodromo Capannelle. Slash e Myles Kennedy formano una coppia di artisti molto affiatata: non a caso sono in corso le registrazioni del prossimo album solista di Slash, previsto per la prossima primavera, nel quale Myles Kennedy canterà tutte le parti vocali.

Alberto Staiz

Foto: www.metallus.itwww.google.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews