Il maltempo uccide: tre morti nell’Italia centrale

ROMA – Continuano a verificarsi forti disagi a causa del maltempo in quasi tutto il territorio italiano. Oltre alla capitale, anche la Campania, l’Abruzzo e il Molise hanno visto precipitare grosse quantità di neve. L’intero paese è comunque sotto gelo e ora il rischio di compatte formazioni di ghiaccio è molto più alto.

Le maggiori difficoltà, per il momento, riguardano soprattutto la circolazione su autostrade e ferrovie. Roma è sotto emergenza: il sindaco Alemanno è in polemica con il capo della Protezione civile Gabrielli per i disagi dei cittadini non prontamente placati. Autobus e treni sono a rodaggio ridotto, mentre le strade sono ancora piene di neve. Il Viminale invita anche oggi gli automobilisti e i tir a viaggiare nelle regioni del centro.

Alla stazione di Carsoli, un treno con circa 150 persone a bordo è fermo dalle ore 17:00 di ieri. Da 17 ore sono fermi anche i passeggeri della linea Roma-Pescara nella stazione di Tivoli, in provincia di Roma. Continua anche il black out elettrico nei paesi dell’alta Valle Aniene, dove migliaia di abitanti sono al buio da ieri.

Isolati anche molti paesi dell’Avellinese dove la neve ha raggiunto anche i 70 centimetri. Nottata di neve anche in Molise: a Campobasso si sfiora il mezzo metro. Continuano a lavorare gli spalaneve anche se la situazione resta paralizzata. Bufera di neve ad Ancona e nelle Marche i cumuli di neve arrivano fino a due metri da terra. Chiuso l’aeroporto di Falconara, rallentamenti sulla A14. Esercito attivo nella zona di Urbino per far fronte a due metri e mezzo di neve.

Chiusa l’autostrada A25 Roma-Pescara e la A24 L’Aquila-Teramo. Chiusa anche la barriera Aurelia nord per ghiaccio sulla A12. Chiuso alla circolazione anche il raccordo autostradale Salerno-Avellino.

Temperature in calo nelle ultime ore e neve sull’A3 al valico di Campotenese in Calabria. Ripristinata sulla A1 Milano-Napoli la circolazione ai mezzi pesanti sull’intera tratta tra San Vittore e Caianello, dopo la caduta di un cavo dell’alta tensione. Gelo in Umbria dove in nottata è stato chiuso il raccordo Terni-Orte a causa di alcuni mezzi pesanti che si sono intraversati.

A Fiumicino si registra la cancellazione di diversi voli. Al nord resta una temperatura polare. Milano il termometro è arrivato a -9, a Livigno -24; fino a -20 gradi in Valle d’Aosta. La bora a Trieste ha raggiunto i 130 km/h. In Emilia Romagna dopo qualche ora di tregua, ha ripreso a nevicare pressoché su tutta la regione dove nelle ultime 72 ore sono caduti anche oltre 70 centimetri di neve.

Ma la situazione, spiega la Polstrada, non crea ancora particolari disagi al traffico, per altro molto limitato. Neve in mattinata anche al centro di Napoli. Gli oltre 22 passeggeri della nave Tirrenia, Civitavecchia-Olbia, e che a causa del forte vento ha urtato in banchina riportando un lungo squarcio, arriveranno in giornata con altre due navi.

 Un uomo di origine tedesca è stata trovato morto stamani nelle vicinanze della rocca medievale di Castiglione del Lago, località sulle rive del Trasimeno: l’ipotesi che il medico legale sta vagliando é che l’uomo, conosciuto nella città umbra, possa essere morto per assideramento a causa del freddo. Sul luogo dove il senzatetto tedesco (che dovrebbe avere intorno ai 60 anni) è stato trovato morto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale di Castiglione del Lago. Da fonti della Caritas si è appreso che in passato all’uomo era stata offerta l’accoglienza dell’associazione, offerta che però il 60enne tedesco non aveva accettato.

Una donna di 46 anni è morta in provincia di Avellino schiacciata sotto il peso della tettoia di una serra crollata a causa del peso della neve. Il fatto è accaduto a Pietradefusi, comune a venti chilometri da Avellino. La vittima, proprietaria della serra, è morta sul colpo. Sul posto si sono recati i carabinieri di Mirabella Eclano.

Ancora, un giovane di 34 anni originario del comune di Barete, in provincia di L’Aquila, è morto la scorsa notte per il maltempo. L’uomo si era addormentato dentro la propria autovettura, impossibilitato a uscire per le condizioni proibitive, e ha perso la vita a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

Un altro uomo è stato trovato morto nella sua auto parcheggiata in piazza a Sant’Agapito, provincia di Isernia. Secondo quanto si è appreso a richiamare l’attenzione dei passanti è stato lo stereo acceso dell’auto a insospettire. Sono intervenuti i medici del 118, ma non c’era più nulla da fare.

(Foto: ansa.it)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews