Il laser che ci dice quando moriremo

laserLondra – Sembra uno scherzo creato ad arte, come le notizie false che compaiono sui quotidiani il primo giorno di aprile. In realtà ci troviamo a metà agosto e la fonte di questa notizia è il prestigioso e autorevole Sunday Times. Il celebre giornale d’oltremanica riporta che alcuni ricercatori britannici hanno messo a punto una sorta di “test della morte“. Malgrado il macabro nome prescelto, si tratta di un esame assolutamente non invasivo effettuato da un laser che sarebbe in grado di dirci “esattamente” quanto ci resta da vivere. Non solo: il laser sarebbe anche in grado di individuare malattie come il cancro e la demenza senile. Il laser, riferisce il Sunday Times, è incorporato in un apparecchio che ha la forma e le dimensioni di un orologio da polso.

L’impulso è del tutto indolore e analizza il flusso e le oscillazioni (indice di attività e salute) delle cellule endoteliali nei capillari sotto la superficie della pelle. Tali cellule costituiscono il “serbatoio” di tutte le nostre potenziali cellule staminali, finalizzate a rimpiazzare questa o quella parte usurata del nostro corpo. In sé e per sé queste cellule servono a «pavimentare» tutti i vasi grandi e piccoli del nostro corpo e contribuiscono a dare alle nostre arterie e ai nostri capillari elasticità e prontezza o, al contrario, rigidità e stanchezza.

Il laser non farebbe altro che saggiare la reazione delle cellule al laser stesso, determinando quindi il grado di usura del nostro corpo. Lo strumento è stato brevettato da due fisici dell’università di Lancaster, Aneta Stefanovska e Peter McClintock, che hanno scoperto che la velocità minima del flusso è 0 ed equivale alla morte, mentre la velocità massima è 100 e rappresenta lo stato di salute perfetta. Il numero segnalato dal laser, dunque, fornisce la possibilità di “calcolare” quanto resta al soggetto da vivere e quali sono le sue condizioni generali di salute.

L’effettiva efficacia di questo nuovo strumento nella prevenzione di malattie e disturbi legati all’invecchiamento e all’usura del corpo è ancora una cosa che deve essere stabilita. In ogni caso una notizia del genere stimola la fantasia e l’immaginazione di tutti coloro che hanno sempre sognato di sapere quando giungerà la propria ora.

Alberto Staiz

Foto homepage: today.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews