Il GRA a pagamento: un ticket per i non residenti

Grande Raccordo Anulare

Grande Raccordo Anulare(laquilablog.it)

Ieri è stato presentato ai minisindaci il nuovo piano generale del trasporto urbano ideato dall’assessore romano Guido Improta. Il piano prevede una sospensione definitiva degli abbonamenti mensili per le strisce blu, un ticket per entrare nella città, nuove piste ciclabili, incremento del trasporto pubblico e zone ambientali all’interno del centro storico. Una vera rivoluzione per l’assetto urbano che non riceveva modifiche dal lontano 1999.

I TEMPI- Il progetto proposto dovrà essere visionato e concordato dai Municipi,  per poi ripassare in giunta verso il 31 gennaio per ricevere eventuali modifiche. Dopo di che sarà visionato dalle associazioni cittadine, per circa 1 mese, per poi essere definitivamente approvato in consiglio comunale. Il vecchio piano del trasporto urbano prevedeva un assetto specifico solo del centro città, contenuto dentro l’anello del GRA, ma dal 1999 la popolazione che risiede nell’interland romano è aumentata dal 18 al 26% perciò è necessario regolare le entrate e le uscite dalla città.

IL PEDAGGIO- Non è la prima volta che si sente parlare di pedaggio sul GRA e adesso sembra proprio che questa voce si concretizzi. Per accedere alle zone comprese dentro l’anello ferroviario verrà inserito un ticket con l’obiettivo di tutelare le zone centrali e attraverso i ricavati sovvenzionare il trasporto pubblico. Già però si è pensato a dei permessi a pagamento, come tutt’ora esistono per le Ztl, per chi è un pendolare. Chi però è residente all’interno dell’anello ferroviario non dovrà pagare nessun genere di ticket.

LE ZONE E LE MERCI- Roma verrà divisa in sei zone delimitate da specifici confini: L’anello ferroviario, le Mura Aureliane, Ostia- Acilia, Il Grande Raccordo Anulare, L’area esterna al GRA e la circonvallazione esterna. Per ciò che concerne il trasporto merci in città, il Campidoglio ha pensato di apporre dei varchi elettronici all’altezza dell’anello ferroviario di modo che il transito sia più facilmente gestibile dagli ausiliari del traffico, i quali potrebbero limitare l’accesso dei mezzi pesanti attraverso fasce orarie e piccoli pedaggi.

Giulia Orsi

Foto: laquilablog.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews