Il corpo umano: il nuovo romanzo di Paolo Giordano

il corpo umano

"Il corpo umano" - la copertina

Il tenente Alessandro Egitto è il medico della Forward Operating Base (fob) Ice, uno dei luoghi operativi più pericolosi dell’intera missione italiana in Afghanistan. I suoi sei mesi lontano da casa sono in procinto di scadere. Ma lui decide di restare, di prolungare la propria permanenza in quella «bolla di sicurezza» che lo protegge da qualcosa che ritiene tanto tremendo da poterlo superare solo con l’aiuto di farmaci antidepressivi: il tunnel in cui è finito dopo la morte del padre, sopraffatto dai fantasmi della sua mente e dal carattere dominante della sorella maggiore Marianna.

Il caporalmaggiore Roberto Ietri è il soldato più giovane della truppa: ha solo vent’anni e assai poca esperienza, tanto in guerra quanto con le donne. Il giovane militare è infatti ancora vergine, aspetto della sua vita che lo carica di ansie e che ha confidato solo al commilitone Cederna, bello e senza scrupoli, il quale non manca di vessarlo di continuo per le sue fragilità. Ietri vede nella missione in Afghanistan un’occasione di riscatto, sia dalla madre ossessiva, sia in un certo senso sessuale, immaginando la spedizione come un luogo ricco di fanciulle americane desiderose di darsi a lui alla prima occasione utile. Ben presto si renderà conto di una realtà totalmente diversa.

Il comandante della missione è il maresciallo Antonio Renè. Anche lui lascia un fantasma ingombrante in Italia. La professione di gigolò sa essere divertente se vissuta con il necessario distacco: ma quando Rosanna, cliente matura e procace, gli rivela di essere rimasta incinta, ecco che la prospettiva del soldato cambia radicalmente. Ad un tratto si trova combattuto fra il desiderio che la donna abortisca e la prospettiva di diventare padre. Il viaggio gli permette di lasciarsi tutto alle spalle: ma la missione è a termine e la noia, il caldo e la paura con cui tutto il plotone si troverà presto a fare i conti lo costringeranno ad affrontare la realtà con decisione.

Cinque anni dopo il suo esordio letterario con La solitudine dei numeri primi (Mondadori 2010, «Oscar grandi bestsellers» € 13,00) torna in libreria Paolo Giordano raccontando una storia che ha iniziato a prendere forma due anni fa, quando lo scrittore ha intrapreso un viaggio in Afghanistan, originariamente per fare un reportage, ma dal quale poi ha tratto ispirazione per scrivere Il corpo umano (Mondadori 2012, «Scrittori italiani e stranieri» € 19,00). Il racconto narra le vicende di un gruppo di soldati che in missione in un luogo inospitale e pericoloso cercano di ricostituire i rapporti umani che conoscono, basati soprattutto su potere e sopraffazione, ma carichi di solidarietà e umanità.

Paolo Giordano

Paolo Giordano siamodonne.it

Ognuno di loro dovrà fare i conti con i propri spettri e con le proprie paure, pronte ad emergere nelle lunghe e silenziose notti sulle brande, ma anche nella quotidianità e nel cameratismo della vita militare, fino a costringere i soldati a mostrarsi nudi e solidali gli uni e agli altri, uniti da un destino crudele. Sotto questa prospettiva il romanzo, esattamente come il precedente, può catalogarsi come «di formazione» dal momento che tutti i protagonisti usciranno cambiati dalla drammaticità degli eventi ai quali il destino li costringerà ad andare incontro.

Ma la formazione sembra coinvolgere anche il giovane autore torinese, come da lui stesso dichiarato: cinque anni dopo la sua prima pubblicazione ha ammesso di essere diventato adulto e maturo in seguito alle esperienze affrontate nella crescita, metaforicamente come i protagonisti raccontati nel romanzo. E la narrazione è certamente cruda e reale come deve essere quella di uno scrittore maturo, pur peccando di emotività e creatività, elementi spontanei ed essenziali per coinvolgere il lettore.

Anche la storia manca di originalità relativamente al soggetto, già ampiamente affrontato da letteratura e cinema, ma ha il merito di trasporre tale materiale ai giorni nostri, narrandoci come le paure, le angosce e le difficoltà di maturare restino sempre uguali a sé stesse. Esattamente come le guerre.

Daniele Leone

Paolo Giordano. Il corpo umano. Mondadori 2012, «Scrittori italiani e stranieri» € 19,00

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Il corpo umano: il nuovo romanzo di Paolo Giordano

  1. avatar
    ciaoo 19/08/2016 a 16:36

    ciaooooooo

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews