Il consumo eccessivo di alcol da giovani causa l’osteoporosi

Una ricerca americana dimostra che negli adolescenti il consumo esagerato di alcol può creare gravi danni all’apparato scheletrico

di Laura Guerrato

Alcol: l'abuso in giovane età può causare l'osteoporosi

Bere troppo alcol, oltre a danneggiare fegato, reni e sistema nervoso, indebolisce lo scheletro e può arrivare a causare l’osteoporosi, soprattutto nei giovani.

Lo afferma uno studio americano effettuato dalla Loyola University Health System e pubblicato sulla rivista specialistica “Alcohol and Alcoholism”.

Secondo la ricerca l’eccesso di alcol disattiva i geni che proteggono le ossa. Tali geni, che si occupano della robustezza dello scheletro, operano tramite l’RNA che trasporta le informazioni nel DNA, il quale a sua volta costruisce le proteine che costituiscono le ossa. Il consumo eccessivo di alcol interferisce con tali vie di comunicazioni, con danni quasi permanenti.

Per dimostrarlo gli scienziati in laboratorio hanno lavorato con tre diversi gruppi di giovani topi. Al primo, i bevitori cronici, è stato iniettato alcol nel sangue per tre settimane consecutive. Al secondo, bevitori occasionali, per tre giorni di fila e al terzo, il gruppo di controllo, solo una soluzione fisiologica.

La ricerca ha quindi dimostrato che nei bevitori cronici vengono disattivati ben 300 geni, invece nei bevitori occasionali e nel gruppo di controllo solo 180.

Questo accade negli animali, ma ci sono buone possibilità che anche negli uomini avvenga la stessa diminuzione. E dal momento che con gli anni la formazione di massa ossea diminuisce, se viene inibita in adolescenza i rischi di osteoporosi sono veramente alti, anche perché, dicono gli esperti, non bastano 3 anni di assoluta astinenza per riattivare l’attività dei geni alterati.

Purtroppo  spesso i ragazzi non si rendono conto di tutti i rischi ai quali vanno incontro consumando troppo alcol e non comprendono che i danni causati possono avere ripercussioni per decenni.

Bere per “sballarsi”: fenomeno diffuso tra i giovani in locali e discoteche

Negli ultimi anni, nel nostro Paese, poi si è riscontrato un abbassamento dell’età media in cui i ragazzi iniziano a bere alcolici, anche super alcolici.

Se negli anni passati l’età media era intorno ai 15 anni, adesso già a 13 anni molti ragazzi ammettono di aver consumato alcol in grandi quantità. Da alcune relazioni fatte dal Ministero della Salute in Italia il primo bicchiere si consuma in media a 12,2 anni di età, contro i 14,6 del resto d’Europa.

Questo fenomeno è sempre di più in crescita e spesso degenera fino ad arrivare all’ormai famoso binge drinking, ovvero bere con l’unico obiettivo di “sballarsi”.

FOTO/ via

foto1: http://www.public-domain-photos.com/drinks/full-glasses-free-stock-photo-4.htm

foto2: http://www.public-domain-photos.com/people/band-concert-4-free-stock-photo-4.htm

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews