Il barista sprint inventa gli stivali bionici

L'invenzione è americana: stivali bionici per correre veloci come un ghepardo. Per ora sono solo un prototipo

stivali bionici

Gli stivali bionici di Keahi Seymour (bionicboot.com)

California – Stivali bionici per correre ad oltre 40 chilometri orari: è questa l’invenzione di un barista statunitense, Keahi Seymour, che ha realizzato, testato e brevettato stivali ultratecnologici che amplificano e potenziano la spinta delle gambe umane. L’idea è un’iniziativa mirata a rendere l’uomo la creatura più veloce sul pianeta, anche grazia al supporto della tecnica.

SEYMOUR – Kehai Seymour è un barman californiano con la passione per la progettazione e il fitness: gli stivali bionici sono la sua creazione, calzature che amplificano l’energia investita nei movimenti dal copro umano e che gli consentono velocità e performance al di là di quanto la natura ha comunemente progettato. Le calzature realizzate da Seymour contengono un meccanismo elastico: la promessa di Seymour, che al momento riesce a raggiungere e superare i 40 chilometri orari, è di migliorare ancora le prestazioni, fino ai 70 chilometri orari.

stivali bionici

Nell’immagine, tratta dal sito bionicboot.com, Seymour in azione (bionicboot.com)

TECNOLOGIA E FANTASCIENZA – A metà tra l’ingegneria meccanica e l’ingegneria biomedica, gli stivali bionici di Seymour ricordano un poco le protesi di Oscar Pistorius, solo più complessa e agganciata sotto i piedi del corridore. Il prototipo rimane nelle mani – e sotto i piedi di Seymour, ma la prospettiva è di renderlo un prodotto commerciale e commerciabile sotto ogni aspetto.

MARKETING – Keahi Seymour sembra aver appreso la lezione del capitalismo e punta subito sugli investimenti e sulla pubblicità per portare a termine i suoi studi e il suo progetto, mentre continua a lavorare come barman nella calda California. Il suo sito racconta l’esperienza e spiega lo scopo degli stivali bionici: «gli stivali bionici (bionic boots) sono lo strumento di trasporto e fitness del 21° secolo. Utilizzando i principi alla base della locomozione dei più veloci animali terrestri, l’inventore e il fondatore Keahi Seymour ha sviluppato un prototipo capace di scagliare un essere umano a velocità tremende con la massima efficienza e agilità». Lo testimoniano anche le foto che potete vedere, tutte estratte dal sito di Keahi Seymour.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews