L’Ora della Terra, luci spente il 23 marzo per l’evento lanciato dal WWF

ora della terraCi siamo quasi: domani, 23 marzo, alle ore 20.30 gli interruttori della luce di tutto il mondo si spegneranno per un’ora. È così che cittadini, governi, aziende e associazioni faranno la loro parte per richiamare con forza l’attenzione sullo spreco di energia e di risorse del pianeta, e sull’esigenza di una lotta al cambiamento climatico. Resteranno al buio monumenti, uffici, teatri, piazze, abitazioni.

Si chiama L’Ora della Terra l’evento ideato dal WWF, che coinvolge Paesi di tutto il mondo chiamati a testimoniare l’impegno per un modello di vita più sostenibile, a misura di ambiente. A dimostrazione dell’ampia adesione che l’evento suscita, nel 2012 le città coinvolte sono state più di 7.000 in 152 Paesi del mondo, oltre 2 miliardi sono stati i partecipanti.

Per l’edizione 2013, in Italia già molte città hanno preso l’impegno a spegnere luoghi simbolo: a Napoli resterà al buio Piazza del Plebiscito, il Palazzo Comunale a Bologna, il Teatro Alla Scala a Milano, il Teatro Donizetti a Bergamo, e tanto altro.

Ma noi cosa siamo disposti a fare per salvare il pianeta? Per suscitare questa riflessione in modo giocoso, il WWF ha ideato la piattaforma I will if you will – Lo farò se tu farai – che permette di lanciare la propria sfida o accettarne una di quelle proposte, per promuovere cambiamenti nelle proprie abitudini. E se ne possono già conoscere numerose, di sfide: alcune stravaganti, altre più ambiziose. Mario Tozzi, ad esempio, noto giornalista e divulgatore scientifico, promette di consumare “meno suono”, cioè di parlare in pubblico più lentamente e in modo meno concentrato, se almeno 5.000 persone firmeranno l’appello No al consumo di suolo, Sì al riuso dell’Italia.

E poi ci sono le sfide di tanti cittadini, come quella lanciata dalla coppia di climbers che garantisce di scalare le falesie di Sperlonga se 500 persone utilizzeranno i mezzi pubblici per andare a lavoro. È un modo simpatico e divertente per ispirare e contagiare al cambiamento chi ci sta attorno.

Valeria Nervegna

Foto | ecologia.guidone.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews