Sanremo 2013: il lato “impegnato” del festival con i due brani di Cristicchi

Simone Cristicchi Sanremo 2013

Simone Cristicchi: sarà a Sanremo 2013 con due canzoni

Tra lustrini e paillettes, tra ospiti segreti e voci di corridoio, grandi big snobbati e giovani promesse alla ribalta … Sanremo 2013 sembra lasciar sperare tante sorprese e grandi ritorni, come quello di Simone Cristicchi, già campione in passato della più grande vetrina della canzone italiana.

Vincitore nel 2007 con Ti regalerò una rosa che ha meritato una standing ovation del teatro Ariston e ha mostrato come la musica possa fondersi con la poesia e denunciare i mali di una società indifferente. Ritorna, un po’ più irriverente, nel 2010 con Meno male che non riesce ad arrivare in finale, ma si merita il plauso dell’orchestra e diventa un tormentone. Il cantautore romano si ripresenta a Sanremo 2013 con due singoli Mi manchi e La prima volta (che sono morto) tratti dal suo nuovo album, intitolato Album di famiglia, contenenche anche la canzone Laura dedicata all’attrice Laura Antonelli.

Le canzoni che Cristicchi canterà sul palco dell’Ariston sono molto diverse tra loro, eppure, sembrano promettere bene. Mi manchi è una canzone d’amore, ma non è un sentimento puramente carnale, bensì più un inno all’amore universale, delicato, che potrebbe essere anche quello di un padre per un figlio e sembra richiamare le melodie di Piovani.

La prima volta (che sono morto), invece, è una sorta di esame interiore, introspettivo, che rispecchia la mancanza di certezze della realtà attuale e  c’è anche un richiamo all’attuale situazione politica italiana e ai suoi protagonisti; nella canzone centrale è la domanda che fa il nonno partigiano al nipote – «L’avete cambiato il mondo?» – interrogativo molto importante in un periodo delicato come quello attuale.

Laura Antonelli all'apice della sua bellezza: per lei una canzone nel nuovo album di Simone Cristicchi

La canzone, però, che sembra già destare commenti, polemiche e che sicuramente farà parlare di sé, anche se non sarà la protagonista di Sanremo 2013, pare essere Laura; una dedica alla vita dell’attrice Laura Antonelli e alle sue vicissitudini, sottoforma di lettera, dai toni delicati, ma anche un monito per non far spegnere le luci della ribalta su questo personaggio del cinema italiano. L’attrice, diventata un mito con il film Malizia facendo sognare i ragazzi di ogni generazione, è stata musa di Visconti e desiderata per anni da registi del calibro di Antonioni e Robert Altman, ma un anno fa si diceva delusa e rassegnata dal silenzio che era calato su di lei, in particolare dopo lo scandalo del 1991 e  l’arresto per detenzione di stupefacenti, poi seguito dall’assoluzione.

L’obiettivo di Cristicchi e della sua musica? Spaziare da un tema più ironico e provocatorio, al romantico per arrivare all’impegnato. Un nuovo menestrello che vuole stupire, ricreando atmosfere teatrali e far riflettere, soprattutto. Ci riuscirà? La parola a Sanremo 2013!

 

Mariateresa Scionti

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews