iGoOn, è nata l’app per l’autostop digitale in tempo reale

La prima versione di iGoOn arriverà il prossimo autunno: si tratta di un' app che permetterà la condivisione di un' automobile per brevi tratti di strada

iGoOnRoma – Si chiama iGoOn: è una applicazione per smartphone che permette la condivisione di  brevi tratte urbane con auto private. Ideata da Claudio Cimmelli, mette in contatto automobilisti e autostoppisti, calcolando in tempo reale le combinazioni possibili tra chi offre passaggi in auto e chi li cerca.

iGoOn – Se si cerca un passaggio virtuale, basta segnalarlo attraverso l’app. Se invece si vuole offrire un passaggio con la propria automobile, basta indicare la destinazione e lasciare acceso lo smartphone: la stessa app, grazie a un algoritmo, incrocerà le richieste e calcolerà in tempo reale le combinazioni possibili fra i diversi utenti.

L’idea è nata dalla constatazione che una delle principali difficoltà nelle città deriva proprio dalla massiccia presenza di automobili: mancanza di parcheggi, traffico, inquinamento, nonché il continuo aumento del prezzo dei carburanti. Dunque, perché non utilizzare le nuove tecnologie per mettere in comunicazione i viaggiatori che percorrono lo stesso tratto di strada e farli muovere con una sola auto?

INNOVAZIONE – L’innovazione dell’app iGoOn sta proprio in questo: permettere la localizzazione in tempo reale di un unico mezzo di trasporto da condividere fra più utenti che devono percorrere lo stesso tragitto.

Quando l’applicazione per smartphone trova la combinazione giusta fra chi offre il passaggio in auto e chi lo cerca, viene contattato in automatico l’automobilista: questi potrà visualizzare il profilo di chi sta richiedendo un passaggio e decidere se darglielo o meno. Se l’automobilista decide di dare il passaggio, arriverà una notifica all’autostoppista.

Il servizio fornito dall’app iGoOn prevede un sistema di pagamento, attraverso l’acquisizione di crediti prepagati con un corrispettivo in chilometri. Durante i viaggi condivisi, il numero di crediti corrispondenti alla distanza percorsa in chilometri viene addebitato all’autostoppista e contemporaneamente accreditato all’automobilista, che potrà poi riutilizzare i crediti come passeggero oppure ottenere alcuni vantaggi come automobilista.

L’app è ancora in fase di sperimentazione: la prima versione potrebbe essere rilasciata nell’autunno del 2014.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.facebook.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews