I problemi al menisco di Berlusconi: forse intervento il 10 aprile

Il menisco di Berlusconi duole ancora: intervento in vista, si vocifera che sarà giovedì. Proprio il giorno dell'udienza sull'affidamento ai servizi

menisco di berlusconi

Il menisco di berlusconi ci fa preoccupare

Milano – La salute di Silvio Berlusconi ci aveva già fatto preoccupare nello scorso weekend, quando era stato ricoverato al San Raffaele di Milano per un’infiammazione al ginocchio. Il menisco di Berlusconi avrebbe insomma dato segnali poco incoraggianti, costringendolo a una notte in ospedale e probabilmente a un futuro intervento: c’è già una data e potrebbe essere vicinissima, già giovedì 10 aprile.

10 APRILE – Esattamente giovedì 10 aprile 2014, un giorno come un altro. O quasi. Quel giorno, infatti, è prevista l’udienza che dovrebbe stabilire le misure di affidamento ai servizi sociali per Silvio Berlusconi, già senatore decaduto per la condanna per frode fiscale. Che il ginocchio di Berlusconi ceda con chirurgica precisione – è proprio il caso di dirlo – in vista di questo momento è forse sintomo dello stress processuale o, dicono i maligni, un piano studiato per procrastinare l’inevitabile.

RINVIO – Inutile spiegare che, in caso di intervento, l’udienza andrebbe probabilmente rinviata, finendo per incasellarsi chissà quando nei complessi calendari del tribunale di Milano. Il leader di Forza Italia otterrebbe così quella agibilità politica in campagna elettorale che potrebbe salvare il partito dal collasso.
Il menisco di Berlusconi rischia così di essere un problema prima politico e giudiziario, poi sanitario.

menisco berlusconi

Udienza in vista per l’ex senatore: purtroppo il menisco di Berlusconi potrebbe non essere d’accordo

SERVIZI SOCIALI – Com’è ormai noto, i legali di Silvio Berlusconi hanno chiesto l’affidamento ai servizi sociali come pena alternativa ai domiciliari; il collegio dei giudici dal 10 aprile potrà prendersi fino a cinque giorni per stabilire se accogliere la richiesta e dove indirizzare il reo. Da quel momento, l’ex senatore avrebbe libertà limitate, anche in materia di esternazioni, quasi come se fosse ai domiciliari, senza contare che dovrà davvero mettersi al lavoro per aiutare gli altri. A meno che il ginocchio di Berlusconi non la pensi altrimenti.

CAMPAGNA ELETTORALE? – Il problema da sciogliere – oltre a quello del ginocchio di Berlusconi – per l’ex senatore rimane quello delle campagne elettorali, tra amministrative ed europee, fronti sui quali il Pd renziano e i grillini rischiano di mettere in difficoltà Forza Italia. Le limitazioni imposte al condannato potrebbero essere lievi, tenendo conto che si tratta di una prima condanna e che l’età è già avanzata: si parla del divieto di espatrio già operativo, affiancato da quello di frequentazione di condannati o tossicodipendenti, da aggiungere alla perdita di elettorato attivo e passivo. La campagna elettorale sarebbe così garantita senza eccessive difficoltà, quantomeno con dei videomessaggi: certo, se ci fosse l’obbligo di permanenza in regione o, addirittura, la limitazione dei contatti con l’esterno, tutto potrebbe complicarsi. Il terrore dell’ex cavaliere è proprio quello di affrontare in silenzio i prossimi nove mesi, campagna elettorale inclusa.

renzi-berlusconi

Renzi e Berlusconi: colloquio in vista?

IL COLLOQUIO CON RENZI – Prima di finire in ospedale, però, Berlusconi pretenderebbe un colloquio con Matteo Renzi. Sul tavolo due grandi questioni: da una parte, la rettifica della posizione di Brunetta sulle riforme e sulle tempistiche, dall’altra la necessità di discutere delle nomine dei Cda delle partecipate, dal quale l’ex senatore non intende essere escluso.

PECCATO – «A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca», disse una volta Giulio Andreotti, che in quanto a pratiche politiche era un vero esperto. Il tempismo dei problemi al ginocchio di Berlusconi è sicuramente foriero di sospetti e, per fortuna, non tocca a noi giudicare come muoversi giovedì: resta in sospeso la questione di un pregiudicato che ha ancora una forte presenza nel sistema politico del nostro paese, quantomeno informale, e che sembra poter sfuggire ancora una volta a una giustizia che avrebbe già colpito ineluttabilmente un qualunque cittadino si fosse trovato nelle medesime condizioni. Con o senza menisco.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews