I film cult dell’estate: gli imperdibili della bella stagione

Ci sono film adatti ad ogni occasione. Ma quelli estivi, i film cult della stagione calda che vengono trasmessi in tarda serata, sono i grandi classici. Si tratta di capolavori senza età che piacciono e continuano a piacere. Film intramontabili che fanno rivivere la gloria di importanti registi italiani e stranieri, che riportano in vita le grandi dive e che raccontano storie intense, divertenti o struggenti, che non ci si può stancare di vedere e rivedere. E così ad orari spesso improbabili si sente la voce delicata di Audrey Hepburn o il cinguettio squillante di Marilyn Monroe, la voce nasale e malandrina di Jerry Lewis e tante altre che puntualmente tornano nelle nostre case anno dopo anno.

Una scena del film "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare di agosto" di Lina  Wertmüller (movieplayer.it)

Una scena del film “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto” di Lina Wertmüller (movieplayer.it)

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto” del 1974, è un film divertente, appassionante e con una forte carica erotica di Lina Wertmüller, che da 40 anni fa sognare a tutti di poter vivere un’esperienza simile. I due scatenati protagonisti, Mariangela Melato e Giancarlo Giannini, si intrecciano perfettamente e danno vita ad una coppia entrata nell’immaginario comune degli italiani: la splendida e ricca Raffaella e il fascinoso marinaio Gennarino che rappresentano grottescamente e talvolta per stereotipi la lotta di classe, e con dialoghi divertenti e crudi danno vita ad un film travolgente.

Bagdad cafè” del 1987 è un film che arriva direttamente al cuore. È la storia di una donna che giustamente sollecitata si scopre forte,  trova un posto e lo cambia per sempre insieme alle persone che vi gravitano attorno. Si svolge interamente in una stazione di servizio con annessi cafè e  motel nel bel mezzo del deserto dove la protagonista Jasmine viene scaricata dal marito, il Bagdag cafè è il primo posto abitato che incontra. È un film a tratti surreale ma assolutamente godibile e positivo, che parla di amicizia. Insieme ad una bellissima fotografia retrò è degna di nota anche la delicata colonna sonora che accompagna tutto il film “Calling You”.

Una scena del film "Il grande Gatsby" di Jack Clayton (lamarquiseangelique.blogspot.com)

Una scena del film “Il grande Gatsby” di Jack Clayton (lamarquiseangelique.blogspot.com)

Il grande Gatby” del 1974 e “La casa degli spiriti” del 1993 sono tratti dagli omonimi romanzi, il primo di Francis Scott Fitzgerald e il secondo di Isabel Allende. Si tratta di due fortunati esempi di trasposizioni cinematografica, nonostante queste operazioni siano normalmente molto rischiose e alimentino il dibattito fedeltà o tradimento al libro. Il grande Gatby interpretato dai giovanissimi e molto bravi Robert Redford e Mia Farrow è molto fedele al libro nel raccontare il tortuoso amore tra Gatsby e Daysi e ne riproduce perfettamente l’atmosfera dell’epoca: suoni colori e costumi, questi ultimi premiati con un Oscar. Tra gli altri film cult dell’estate, interpretati da Robert Redford ci sono anche Come eravamo, A piedi nudi nel parco.

Una scena del film "La casa degli spiriti" di  Bille August (24fotogrammialsecondo.blogspot.com)

Una scena del film “La casa degli spiriti” di Bille August (24fotogrammialsecondo.blogspot.com)

Invece La casa degli spiriti racconta l’appassionata storia di una benestante famiglia cilena che vive in una grande casa che continua a tenere in vita le persone importanti che ci hanno vissuto. Una storia intricata a densa di sentimenti impersonati da un cast eccezionale: Jeremy Irons, Meryl Streep, Glenn Close, Antonio Banderas, Vanessa Redgrave e Winona Ryder.

Una scena del film "La casa Russia" di Fred Schepisi (it.wikipedia)

Una scena del film “La casa Russia” di Fred Schepisi (it.wikipedia)

Ai primi due si unisce anche “La casa Russia” del 1990 tratto dal romanzo di John le Carré, è un’altra bellissima storia d’amore tra un editore inglese Sean Connery e una donna russa Michelle Pfeiffer  che lo convince a trafugare un dattiloscritto sull’inefficienza nucleare sovietica e quindi sull’impossibilità di avviare una guerra nucleare. Così l’editore si trasforma in una spia e si trova ad affrontare una scelta molto difficile per salvare se stesso e la donna che ama.

Una scena del film "La guerra dei Roses" di Danny DeVito (latexandlollipops.wordpress.com)

Una scena del film “La guerra dei Roses” di Danny DeVito (latexandlollipops.wordpress.com)

E infine “La guerra dei roses” del 1989 tratto dal romanzo di Warren Adler. La trama non è ha nulla di sensazionale e per questo è ancora più bello vedere l’effetto che riesce a raggiungere. Racconta la storia di una coppia che si conosce casualmente, si innamora e inizia a vivere felicemente. Tra le altre cose acquistano una casa molto bella in cui riversano tempo e risorse e il rapporto inizia d incrinarsi e decino di separarsi non trovano un accordo su chi debba tenere la casa. per questo decidono di continuare a vivere sotto lo stesso tetto e inizia una vera e propria guerra che culmina in una scena memorabile che li vede in casa, al buio, appesi al lampadario.

Una scena del film "Quando la moglie è in vacanza" di Billy Wilder (tonykospan21.wordpress.com)

Una scena del film “Quando la moglie è in vacanza” di Billy Wilder (tonykospan21.wordpress.com)

Quando la moglie è in vacanza” del 1955, è  uno dei più divertenti e celebri film con Marilyn Monroe. Chi non conosce la scena in cui la diva attratta dal rumore del treno che si avvicina, si posiziona su una griglia di areazione della metropolitana per aspettarne il passaggio e il conseguente refrigerante spostamento d’aria che le fa svolazzare l’impalpabile vestito. Quella della sorniona Marilyn Monroe che tenta di abbassarlo è una delle scene più famose del cinema di ogni tempo e ha reso quell’abito da cocktail, generosamente scollato e plissettato, molto noto e desiderabile. È stato uno dei modelli più imitati di ogni tempo e l’originale è stato venduto per oltre 5 milioni di dollari. Quattordici anni fa, l’American Film Institute, ha inserito Quando la moglie è in vacanza al 51° posto tra le cento migliori commedie americane di tutti i tempi. Non sono da sottovalutare nei pomeriggi di pioggia estiva anche altri film con la stessa attrice quali A qualcuno piace caldo e Gli uomini preferiscono le bionde.

Una scena del film "Vacanze romane" di William Wyler (nuovocinemalocatelli.com)

Una scena del film “Vacanze romane” di William Wyler (nuovocinemalocatelli.com)

Vacanze romane” del 1953 è una delle fiabe più romantiche di ogni tempo. Gli ingredienti ci sono tutti: una giovane, timida e bellissima principessa con molti doveri da rispettare e il desiderio di una vita normale e un giornalista che sogna di sbarcare il lunario e si imbatte nella sua buona occasione, si incontrano nella Caput Mundi. Il fascinoso Gregory Peck e la ventiquattrenne semisconosciuta Audrey Hepburn, che con questo film ottiene l’Oscar come miglior attrice protagonista, credibili e teneri e raccontano  con delicatezza le poche ore di un amore destinato a non sbocciare. Ci sono anche altri film con Audrey Hepburn che possono a pieno titolo entrare a far parte di questo elenco: Sabrina e Colazione da Tiffany.

Quali sono i tuoi film estivi immancabili?

Foto: mubi.com, lamarquiseangelique.blogspot.com, 24fotogrammialsecondo.blogspot.com, it.wikipedia, latexandlollipops.wordpress.com, tonykospan21.wordpress.com, movieplayer.it, nuovocinemalocatelli.com

Antonella Nalli

@a_enne_ti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

16 Risponde a I film cult dell’estate: gli imperdibili della bella stagione

  1. avatar
    Alessandra 24/07/2014 a 15:57

    I Goonies, sempre! :-)

    Rispondi
  2. avatar
    Francesco 24/07/2014 a 16:03

    tutto l’amore che c’è di Sergio Rubini

    Rispondi
  3. avatar
    Elena Botto 24/07/2014 a 16:03

    La ragazza con la Pistola, Monica Vitti

    Rispondi
  4. avatar
    Valentina Gravina 24/07/2014 a 16:23

    Bello la ragazza con la Pistola, ma vogliamo mettere Bianco, Rosso e Verdone???? :D

    Rispondi
  5. avatar
    rosa limongelli 24/07/2014 a 18:51

    validi tutti i film che avete elencato…io ci aggiungo anche AMORE MIO AIUTAMI, Alberto Sordi e Monica Vitti ;)

    Rispondi
  6. avatar
    Maria Teresa 24/07/2014 a 18:53

    Amarsi un po’….con un giovanissimo Claudio Amedola e Tahnee Welch…..bellissimo!

    Rispondi
  7. avatar
    Tommaso 24/07/2014 a 18:55

    Il vedovo…..esilarante Franca Valeri!

    Rispondi
  8. avatar
    Stefano 24/07/2014 a 18:55

    Il marchese del Grillo è sicuramente un film spensierato da vedere tutto l’anno, estate compresa! E che dire di Febbre da cavallo? Qualsiasi cosa, basta che ci distragga dal caldo… e dai pensieri vari!

    Rispondi
  9. avatar
    Irene 25/07/2014 a 11:12

    Le parole che non ti ho detto.

    Rispondi
  10. avatar
    Alemyale 25/07/2014 a 15:54

    Attila, flagello di dio.

    Rispondi
  11. avatar
    elena 25/07/2014 a 15:54

    “50 volte il primo bacio”!!! anche a dicembre risveglia l’estate che c’è in me!!!! ;)

    Rispondi
  12. avatar
    Giuliano 25/07/2014 a 16:30

    Certo di film cult ne ho un bel po’ e se ne pensi uno ne dimentichi altri 10!
    Comunque “Frankenstein Junior” resta al top, ma mi permetto di citarne altri due film, “Grease” e “Dirty Dancing” che non possono non essere menzionati.

    Infine lascio una citazione del film, credo che la maggior parte dei lettori capirà di che film sto evocando:

    “Per quest’anno, non cambiare: vengo al mare per ciullare! E come l’anno scorso, c’è il pirla del bagninoooo!”
    :)

    Rispondi
  13. avatar
    Rachele Sorrentino 25/07/2014 a 19:09

    Fast and Furious: per un’estate infuocata

    Rispondi
  14. avatar
    Franci 25/07/2014 a 23:57

    il tempo delle mele 2

    Rispondi
  15. avatar
    Gian Piero Bruno 26/07/2014 a 12:51

    Respiro, di Emanuele Crialese

    Rispondi
  16. avatar
    Gianna 26/07/2014 a 13:44

    il mio cult dell’estate è Mediterraneo, poi oggi con la pioggia estiva è il film ideale

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews