I figli di Borsellino e il loro no all’antimafia di facciata

Paolo Borsellino (http://www.lavocedelgattopardo.com/)

Paolo Borsellino (http://www.lavocedelgattopardo.com/)

Palermo – Le loro idee camminano sulle nostre gambe è una delle frasi più sentite, dette e scritte ad ogni manifestazione, ricorrenza o riflessione antimafia. Queste frasi, quelle scene di passerella che si ripetono ogni anno, senza che nulla cambi veramente, hanno stancato anche i figli di Paolo Borsellino. Dalla morte del famoso giudice e dalla fine della guerra stato-mafia sono passati ventitré anni: la mafia non è sconfitta e invece sembra essersi creata una nuova casta, quella dell’antimafia, che si pavoneggia ai congressi e alle manifestazioni ma che poi in concreto si scopre non altezza o addirittura collusa con i boss.

IL 19 LUGLIO? NON CI SARÒManfredi Borsellino, figlio del magistrato ucciso, oggi commissario di polizia a Cefalù si sfoga qualche giorno prima della ricorrenza di quel tragico attentato del 19 luglio 1992, quando suo padre saltò in aria per l’esplosione del tritolo piazzato dalla mafia. In un’intervista alla Stampa di Torino, il figlio del giudice afferma che per la data della commemorazione si è « messo di turno al lavoro, a cercare di fare qualcosa di concreto, non ho tempo per commemorazioni senza senso».

LUCIA? UN’ESEMPIO – Per la famiglia non è certo un momento facile; l’ormai ex assessore alla sanità e sorella di Manfredi, Lucia Borsellino, si è dimessa perché non poteva più coprire gli scandali che alle sue spalle venivano commessi nel tormentato mondo della sanità siciliana: la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l’accusa a Matteo Tutino, chirurgo plastico e molto vicino al Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, accusato di fare lifting e liposuzioni in un ospedale pubblico, a spese del contribuente. Borsellino quindi difende la sorella: « Mia sorella ha parlato di antimafia di facciata, e io quelle parole me le sono appese in ufficio, tanto le condivido, tanto mi sembrano arrivare dritte dalla voce di mio padre. »

Lucia Borsellino (http://www.nuovosud.it/)

Lucia Borsellino (http://www.nuovosud.it/)

LA LEGALITÀ NON SIA FACCIATA – « Non capisco l’antimafia come categoria, sembra quasi un modo di costruire carriere. La legalità per me non è facciata, ma la precondizione di qualsiasi attività. » afferma ancora Borsellino. La seconda figlia di Paolo Borsellino, Fiammetta, non parteciperà alla cerimonia così come i suoi fratelli; organizzerà però una cerimonia in una piccola chiesetta di Pantelleria, come fa ormai da anni.

I CONTINUI SCANDALI –Il dissenso della famiglia si rivolge a una regione che fa degli scandali il pane quotidiano da tempo immemore, nella quale il presidente della camera di commercio di Palermo, Roberto Helg, è stato colto in flagrante chiedendo tangenti dopo essersi riempito la bocca di lotta alla corruzione; una regione in dissesto finanziario che non è in grado di spendere i fondi europei, dove crollano le strade perché si ignorano le frane, dove lo stato italiano si pulisce la coscienza salvando il bilancio ogni tanto e abbandonando l’isola per il resto del tempo. Una regione, la Sicilia, dove il leader della Confindustria regionale Antonello Montante, paladino antimafia è accusato proprio di collusione con i boss. Ecco se i Borsellino si indignano, dovrebbero farlo anche i siciliani,e magari agire con decisione. Probabilmente però per i nuovi vespri non si è ancora pronti e forse non lo si sarà mai.

 Domenico Pellitteri

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews