I fantasmi di Novella 2000 ad Arcore

s. martino

Villa S. Martino (Arcore)

Arcore -  Come si costruisce una leggenda metropolina? Mescolando gli ingredienti giusti: sesso, mistero e cronaca nera. A insegnarlo è Novella 2000 che lo scorso 27 gennaio ha rivelato il nuovo piccolo scoop in salsa fanta-horror sulla vicenda Rubygate: villa S. Martino ad Arcore, dimora del premier Silvio Berlusconi e sede di notti allegre, è maledetta.

Certo, in tempi di bunga-bunga, papi-girls, presidenti allo stremo e istituizioni allo sbando pareva di averle viste e sentite tutte. Invece, la rivista più gossippara d’Italia ha rispolverato una secolare diceria intorno alla villa infestata dai fantasmi e l’ha attualizzata alla bisogna in chiave moderna con questa variante: l’anima dannata che si aggira nelle stanze della villa renderebbe succubi coloro che la abitano. Il fantasma in questione sarebbe quello del marchese Camillo Casati Stampa di Soncino, vecchio proprietario della casa, ricordato come il protagonista di uno dei peggiori fatti delittuosi del secolo scorso.

I Casati Stampa – Il marchese ricevette in eredità la villa negli anni ’50 e vi risiedette saltuariamente con la seconda moglie Anna Fallarino sposata nel 1959 quando entrambie erano poco più che trentenni. Fin qui nulla di strano se non fosse che il ménage dei coniugi era tutt’altro che comune. I due erano soliti organizzare festini osè, scambi di coppie e libidinosi passatempi soprattutto per soddisfare i piaceri sessuali e l’ossessione voyeristico-candaulesimica del marchese. Dicono i giornali dell’epoca che l’aristocratico incoraggiasse la moglie a tradirlo con un buon numero di giovani ed avvenenti gigolò assistendo agli amplessi e fotografando la moglie in pose hard.

In effetti, chi conobbe i Casati Stampa, ricordava allora come i due si concedessero qualsiasi forma di deprevazione con chiunque, condendo il tutto con regali e denaro ai partecipanti. Inoltre, le sontuose dimore del marchese erano caratterizzate da dettagli architettonici e d’arredo molto particolari: spioncini, fori nei muri e doppi specchi che garantivano al Casati d’osservare la moglie nei suoi incontri erotici. Del resto la coppia era assortita e il matrimonio stabile, finchè Anna non conobbe Massimo Minorenti, uno studente universitario di cui si invaghì follemente. A quel punto, racconta la cronaca, il marchese perse la testa. Prima pensò al suicidio, poi si mosse di conseguenza. Il 30 agosto 1970, raggiunse la consorte nella loro dimora di via Puccini a Roma, sparò a

silvio berlusconi
Silvio Berlusconi

lei, all’amante e poi si uccise con un colpo alla testa Il fatto che la moglie fosse d’altri era parte necessaria del loro rapporto, ma l’amore per uno degli amanti era una condizione inaccettabile.

Dopo il duplice omicidio-suicidio tutto divenne di dominio pubblico: feste, orge, regali e un album di foto foderato di raso verde nel quale inquirenti e giornalisti trovarono una serie di scatti raffiguranti Anna in atteggiamenti provocanti o pose normali. Attualmente i coniugi sono sepolti nel cimitero di Muggiò, località milanese dove sorge una delle tenute che furono del marchese.

Berlusconi – Dunque, secondo Novella 2000 il collegamento tra i retroscena lussuriosi di ieri e la crisi di Governo di oggi è evidente: l’anima a caccia di godimento sessuale si impossesserebbe delle persone presenti a S. Martino, spingendoli ad azioni dissenate. Il giudizio implicito sarebbe avallato nel servizio anche da esperti d’esorcismo che assicurano come l’attività paranormale possa influenzare le azioni quotidiane dei viventi.

Che dire? Cosa non si fa e non si scrive per vendere qualche copia in più…

Chantal Cresta

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews