I divi del domani: Michael Fassbender

 

Fassbender imbraccia la Coppa Volpi vinta al Lido per "Shame"

Il mondo lo sta scoprendo poco a poco solamente adesso, ma Michael Fassbender è un signor attore già da tempo. A dargli notorierà internazionale fu il ruolo del tenente Archie Hicox nell’Inglorious Basterds tarantiniano; prima di allora, il suo curriculum contava una parte notevole nel kolossal 300 e due ottime performance: per Fish Tank di Andrea Arnold – uscito in Italia soltanto nell’estate 2010 – e soprattutto Hunger di Steve McQueen. In precedenza Fassbender era stato diretto anche da François Ozon (Angel – la vita, il romanzo) e aveva ottenuto il ruolo principale nel kolossal Contagion. Di recente si è visto sugli schermi in X-Men: l’inizio, dove offre il proprio volto a un giovane Magneto.

I tempi di gavetta e ruoli secondari sono alle spalle da un pezzo. L’onda di popolarità conferitagli dal recente successo al Festival di Venezia (Coppa Volpi per lo splendido Shame, ancora sotto la regia di Steve McQueen) potrebbe durare parecchio, a giudicare dai film che l’affascinante interprete ha in rampa di lancio.

Si comincerà con A Dangerous Method, ultimo lavoro di David Cronenberg anch’esso transitato al Lido poche settimane or sono. Data di uscita: 30 settembre. Seguirà proprio Shame, acquistato dalla Bim e in ottica distribuzione a gennaio 2012. Nello stesso mese o poco più tardi dovrebbe sbarcare in sala lo spy-thriller Haywire di Steven Soderbergh, in cui Fassbender affiancherà Ewan McGregor, Antonio Banderas, Mathieu Kassovitz e Michael Douglas.

Nel frattempo non si sono ancora perse le speranze per Jane Eyre, ultima trasposizione del romanzo firmato Charlotte Brontë. La pellicola è uscita pressoché ovunque nel mondo a partire dalla scorsa primavera, ma le notizie interenti una possibile distribuzione italiana sono ancora nulle. Protagonista Mia Wasikowska, nel cast anche Jamie Bell, Judi Dench e Sally Hawkins.

Tra i futuri progetti dell’attore tedesco spicca sopra ogni altro il Prometheus di Ridley Scott, avvicinato da numerose voci che lo indicavano come possibile prequel o sequel di Alien. Indiscrezioni smentite – solo in parte – dallo stesso Scott, ma il film resta ugualmente uno dei grandi attesi della prossima stagione. Fra i nomi coinvolti si segnalano Charlize Theron, Guy Pearce e Noomi Rapace.

Gli ultimi due titoli sull’agenda di Fassbender sono ancora avvolti nel mistero. Uno è Good Vibrations, biopic musicale incentrato sulla figura di Terri Hooley, padre del punk irlandese. Le riprese sono iniziate in agosto. Il secondo non ha neppure un titolo, ma il nome del regista chiarisce istantanemente il perché: Jim Jarmusch. Unica informazione concessa dall’autore: tratterà di vampiri. Nel cast Tilda Swinton, John Hurt e ancora la giovane Mia Wasikowska.

Mathias Falcone

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews