I disastri della chirurgia plastica tra le celebrità

Francesca Cipriani chirurgia estetica

Francesca Cipriani, ex Gieffina dalle forme esplosive (napolitoday.it)

Celebrità e chirurgia, un connubio duraturo che non sembra più destare la sorpresa di pubblico e media. Ma cosa succede se il famoso “ritocchino” si trasforma in un vero e proprio disastro di chirurgia plastica di proporzioni cosmiche? Volti deturpati, irriconoscibili, dai tratti spesso poco umani e inespressivi, sono sempre più fotografati dai paparazzi di tutto il mondo. E non è raro che alcuni vip si pentano di aver fatto ricorso al bisturi.

QUELLE CHE… PRENDONO LE SITUAZIONI DI PETTO – Simbolo di femminilità, di seduzione ma anche di maternità, il seno resta in pole position tra le parti anatomiche femminili più ritoccate dalle celebrità. Le Gieffine italiane Francesca Cipriani e Cristina Dal Basso, divenute famose per le loro taglie da vere maggiorate, hanno recentemente dichiarato di essersi totalmente pentite delle operazioni estetiche a cui si sono sottoposte. Come mai questo pentimento? Perché ovviamente adesso sono costrette a fare i conti con problemi di salute derivanti dalle protesi.

pamela anderson

in alcuni casi, i segni del tempo sono visibili nonostante il ricorso al bisturi (supercraycray.com)

Guardando invece al panorama internazionale della musica, troviamo i disastri della chirurgia plastica della Posh Spice, Victoria Beckham, della pop star Janet Jackson e della grintosissima Beyoncé. Per tutte e tre il problema risulta lo stesso: protesi troppo visibili, in disarmonia con il proprio fisico e visibilmente asimmetriche tra le parti. Ed infine che dire della Baywatchina Pamela Anderson? Tra tagli e cuci, togli e metti, i disastri sono stati molteplici ma solo una cosa non hanno contaminato, la volgarità delle sue mise improbabili.

moric

Nina Moric cerca di rimediare alle evidenti conseguenze della chirurgia estetica (leiweb.it)

QUELLE CHE… SOLO LABBRA A CANOTTO – Meg Ryan nel suo mitico Harry ti presento Sally, affascinò il grande pubblico per la sua interpretazione e per il fresco fascino impertinente e solare. Cosa è successo quindi alla fidanzatina d’America? Un disastro estetico dopo l’altro! Zigomi e lifting non sono niente in confronto alle ormai celeberrime labbra rifatte, diventate l’icona del disastro che la caratterizza. Ma di “labbra icone” si può parlare anche nel caso della top model  Nina Moric la quale, non contenta del disastro, ha continuato a mettere bisturi per gli zigomi e per la marea di lifting a cui si è sottoposta, per poi correre ai ripari. Le italiane, Alba Parietti e Valeria Marini, non hanno mai fatto mistero delle loro rimpolpate labiali, anche perché negarlo sarebbe impossibile vista la prepotenza con cui queste bocche sporgono in maniera del tutto innaturale. Di recente sembra che la Parietti si sia pentita enormemente delle operazioni subite e tornando indietro non le rifarebbe mai: che siano lacrime di coccodrillo?

nicole kidman

Il viso di Nicole Kidman prima dei troppi ritocchini (fanpop.com)

nicole kidman chirurgia

Nicole Kidman dopo l’incontro con il bisturi (pikosky.sk)

QUELLE CHE… SONO CATWOMEN – La star australiana ex moglie di Mr Cruise, Nicole Kidman, era una bellezza d’altri tempi. Algida, quasi austera nella sua slanciata fisicità, prima di cedere senza mezzi termini al bisturi del chirurgo plastico. A vederla oggi, tra lifting e soprattutto zigomi gonfi come quelli di un gatto persiano, sembra lontana anni luce dall’immagine fresca e delicata che la natura stessa le aveva donato senza troppi sforzi. Anche l’italiana Carla Bruni aveva un fascino elegante dal mood radical chic con cui ha conquistato le passerelle di tutto il mondo mentre adesso, mostra una pelle tiratissima insieme a degli zigomi a palloncino alti e sproporzionati, che completano un quadro degli orrori davvero formidabile. Non che prima dei lifting fosse famosa per la sua solarità ed il suo brio, ma adesso anche la benché minima espressione sembra bandita dal suo viso di porcellana.

meg ryan

Persino Meg Ryan ha ceduto al ritocchino (plasticsurgeryceleb.com)

QUELLI CHE… PIÚ CE N’É MEGLIO È – E poi c’è chi non si limita a cambiare una o due parti del proprio corpo, ma decide volontariamente di “cambiare pelle” nel senso più o meno letterale del termine. Ecco quindi i casi mostruosi alla Mickey Rourke che fanno dimenticare decenni di fascino assassino, motivo del suo grande successo. Oppure il caso Michael Jackson, di cui si è detto e ritrattato di tutto e di più: tra pelle scolorita, presunte macchie che avrebbero influenzato tale scelta, fino ad una teoria sulla repulsione per il suo colorito naturale, lasciano il pubblico con la sensazione di un disastro annunciato che si poteva prevedere.

melanie griffith

L’attrice Melanie Griffith mostra in maniera palese i segni della chirurgia (play4movie.com)

Invece Melanie Griffith e  Donatella Versace, meravigliose artiste nei loro campi di appartenenza, non hanno avuto la stessa lungimiranza e buon gusto in fatto di estetica. Figure divenute macchiette e icone di se stesse, sembrano non avere alcun ripensamento sulle loro numerose visitine dal chirurgo. In fondo non si dice sempre che «il mondo è bello perché è vario», anche se si tratta di un mondo di plastica?

Claudia D’Agostino

@ClaDagostino87

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews