Hunger Games: Il Canto della Rivolta Parte 2 – La saga si conclude

Con "Hunger Games: Il Canto della Rivolta - Parte 2", al cinema da oggi, si conclude l'epica saga cinematografica basata sui libri di Suzanne Collins con protagonista il premio Oscar Jennifer Lawrence

hunger games 3

Hunger Games 3

L’attesissimo capitolo conclusivo della saga young adult più famosa di sempre, Hunger Games, arriva oggi nelle sale italiane, per la gioia dei giovani (e non solo) fan, con un giorno d’anticipo rispetto all’uscita americana, pronto a sbancare i botteghini.

IL FILM – Hunger Games: Il canto della rivolta Parte 2 riprende la storia lì dove l’avevamo lasciata, con Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) che si riunisce con Peeta (Josh Hutcherson), salvato dalle grinfie del presidente Snow (Donald Sutherland) grazie all’intervento di Gale (Liam Hemsworth) ma sottoposto al lavaggio del cervello, che lo ha reso pericolosamente aggressivo. Anche se Katniss ha cautamente accettato il suo ruolo di Ghiandaia Imitatrice, icona della ribellione, nota che il simbolismo non è più sufficiente a cambiare il corso degli eventi contro Capitol City. E così decide di agire. Insieme a Gale, all’imprevedibile Peeta, a Finnick (Sam Claflin), ed alla cosiddetta “Squadra 451″, si dirige verso Capitol City – un tempo scintillante,  ora trasformata in una città in pieno caos sotto attacco sia dai ribelli che dalle forze di pace – in una missione segreta con l’obiettivo di assassinare il Presidente Snow. Snow è ancora ossessionato dall’idea di poter superare in astuzia Katniss ed annientarla, la quale, però, non si sente più coinvolta in nessuna competizione. La sua è divenuta oramai una battaglia per i propri ideali e per le persone che ama. Una battaglia per garantire a tutta Panem la tanto desiderata, sperata e a lungo negata pace.

hunger games 3

Il film arriva oggi nelle sale italiane con un giorno d’anticipo rispetto all’uscita americana

RITORNA L’AZIONE - L’azione torna finalmente protagonista in Hunger Games: Il Canto Della Rivolta Parte 2, dopo una prima parte che aveva notevolmente risentito dello smembramento operato dalla produzione in due parti per cercare di allungare il brodo e, soprattutto, far cassa in modo facile per ben due volte. Perché se nella prima parte le scene d’azione si contavano sul palmo di una mano e questa scarsità di tensione andava ad intaccare il ritmo complessivo del film, in questo secondo e ultimo atto Panem si trasforma in una vera e propria nuova arena dei Giochi, piena di trappole e (mostruose) insidie per Katniss e i suoi amici (chi non ha letto i libri di Suzanne Collins è avvisato: si potrà versare qualche lacrima). Il che giova non poco alla pellicola tutta, che riprende (fortunatamente) vitalità. Così come si riappropria della scena anche l’eroina Katniss, oscurata in parte nella prima parte del terzo capitolo da Alma Coin (Julianne Moore), intenzionata a trasformare la giovane in un simbolo usando le stesse armi di propaganda del Presidente Snow.

Grazie anche a una resa visiva dalla qualità indiscutibile, Hunger Games: Il Canto della Rivolta Parte 2 è la degna conclusione di una saga che ha emozionato migliaia di ragazzi nel mondo e che è riuscita a riportare in auge il tema orwelliano della distopia e delle derive del potere,  avendo fornito a una generazione ormai alla mercé dei miti di Internet un modello di virtù, coraggio, rispetto e integrità morale, quello di Katniss, ben diverso dai tanti soggetti che oggi inquinano salotti televisivi e social network con le loro ingombranti presenze e le loro indicibili e ben poco condivisibili opinioni sulle vite altrui.

(Foto: blog.screenweek.it; SW Service)

David Di Benedetti

@davidibenedetti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews