Homeland quarta stagione: Carrie senza Brody

Riparte il 5 ottobre su Showtime e il 17 su Fox Italia Homeland quarta stagione e dopo un finale controverso, l’unica via sembra il cambiamento radicale

Non è un segreto che il finale della terza stagione di Homeland, lo scorso inverno, ha scosso la maggioranza dei fan. Le critiche sono state accese e probabilmente i produttori hanno perso alcuni telespettatori. La terza stagione si è chiusa male, con poco stile, e soprattutto nel peggiore dei modi possibili, così come la storyline che aveva dato vita alla serie. Queste sono scelte che puntano sulla sorpresa, ma Showtime dovrebbe sapere che possono diventare armi a doppio taglio.

homeland

Claire Danes e Mandy Patinkin (www.sho.com)

DOVE ERAVAMO – E il finale a sorpresa è tornato indietro come un boomerang. Mentre Brody (Damian Lewis) moriva di fronte a Carrie (Claire Danes), sollevato da una gru, e noi lo vedevamo esalare l’ultimo respiro di una vita all’insegna del dolore, del tradimento e della violenza come unica arma di riscatto, qualcosa si è spezzato nel cuore dei fan. Troppo cruda la scelta di regia, troppo ingiusta la morte di Brody ridotto a pedina, troppo poco spazio rivolto all’amore malato che lo legava a Carrie. Ma quello non era ancora il colpo di grazia, era solo una scena ad effetto perché l’ultima puntata va ancora un po’ avanti, per preparare al nuovo. Salta alcuni mesi e vediamo come Carrie è andata avanti, è incinta di Brody ma il figlio non lo vuole, non sa che farsene neanche come ricordo del loro amore pare, in compenso è stata promossa e senza dignità abbassa la testa e ringrazia Andrew Lockhart (Tracy Letts), uno di quelli che dovrebbe incolpare per la morte di Brody, ma non lo fa, sorride e se ne va senza ricevere per l’uomo neanche una stella di riconoscimento. Certo, poi lei la colorerà a mano sul muro dei compianti, ma tutti percepiscono che non è proprio la stessa cosa.

homeland

Claire Danes è Carrie Mathison (www.sho.com)

LA MORTE DI BRODY – E questo è un po’ il principio Homeland quarta stagione. Non è più la stessa cosa. Non lo può essere dopo che uno dei protagonisti, quello da cui tutto ha avuto inizio, è stato eliminato. Per molti il personaggio era ormai bruciato dagli innumerevoli cambi di bandiera, irrecuperabile, quindi meglio farlo morire. Ma questa idea parte dal principio che la storia vada avanti senza che nessuno ci lavori sopra, faccia delle scelte generali o che decida dove portare i personaggi. Quindi più che bruciarsi, Brody è stato bruciato per poca lungimiranza. Peccato che per molti Nicholas fosse un personaggio imprescindibile come il suo rapporto con Carrie e di conseguenza una quarta stagione di Homeland senza uno dei due è  quantomeno una stagione zoppa.

homeland

Rupert Friend è Peter Quinn (www.sho.com)

LA VITA VA AVANTI – Fatto sta che la storia comunque procederà anche senza Brody e senza i fan che decideranno di ignorare la quarta stagione di Homeland. Troveremo una Carrie già madre di una bambina, rossa di capelli, tanto per rendere impossibile non ricordare di chi sia figlia. Visto che non lo voleva a fine terza stagione, neanche adesso è molto interessata ad occuparsene e infatti lo fa sua sorella. Carrie è troppo impegnata nel lavoro dove è stata promossa e nel pieno di una missione tra il Pakistan e l’Afghanistan, a braccetto con Quinn (Rupert Friend), il quale sembra aver superato la crisi esistenziale che lo attanagliava. Una missione in cui proprio una sua scelta genererà un effetto domino molto pericoloso. Dietro le quinte ci sarà comunque Saul (Mandy Patinkin) che continuerà a muovere i fili anche da esterno alla CIA. Insomma la nuova stagione di Homeland riparte da capo puntando tutto su Carrie e il suo ritorno da leader nella CIA, sulle sue tante fragilità e sul suo essere nulla senza il lavoro. Un lavoro per cui ha sacrificato tutto, anche una parte della sua dignità.

homeland

Mandy Patinkin è Saul Berenson (www.sho.com)

ACCOGLIENZA – La critica americana ha ricevuto in anteprima le prime tre puntate della quarta stagione. Anche se non è stato stroncato del tutto, salvo alcuni rari casi, non ci sono state neanche critiche davvero entusiaste. La tendenza è quella di evitare il giudizio e aspettare che evolva la storia, perché forse tre puntate non sono sufficienti a capire se Homeland troverà il modo di rialzarsi o affonderà nella melma delle sue scelte discutibili.

 Per saperne di più comunque in Italia dovremmo aspettare il 27 novembre quando Homeland quarta stagione inizierà su Fox Italia.

Elisabetta Tirabassi

@elisabettatb

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews