Hollande si insedia: “Aprirò una nuova strada in Europa”

Il neoeletto presidente francese Francois Hollande

PARIGI – Da questa mattina, il socialista Francois Hollande è ufficialmente in nuovo presidente (il settimo) della Quinta Repubblica francese, il secondo di fede socialista dopo Francois Mitterrand. In un potenziale clima di serenità, malgrado la pioggia battente, Hollande ha annuniato di voler proporre «un nuovo patto» ai partner Ue nel tentativo di unire la crescita alla riduzione del deficit. Con molta probabilità, ciò avrà inizio questa sera stessa a Berlino, dove Hollande incontrerà la cancelliera Angela Merkel dopo aver nominato il primo ministro, ovvero Jean-Marc Ayrault.

«La Francia ha bisogno di essere pacificata, riunificata», sostiene il neoeletto presidente, osservazione derivante dall’aver notato, nei pressi dell’Eliseo, due distinte folle (per circa un migliaio di persone): una in suo favore, l’altra inneggiante al presidente uscente Nikolas Sarkozy il quale, dopo aver avuto un colloquio faccia a faccia con Hollande, comunicandogli anche i codici e le procedure di utilizzo dell’arma nucleare francese, ha lasciato il palazzo in compagnia di Carla Bruni.

kids468x60

Nel suo discorso di investitura, poi, Hollande ha ben precisato che la sua presidenza verterà su sostanziali diversità legate al desiderio e all’esigenza di unificare, appunto, le eventuali spaccature venutesi a creare nel corso degli ultimi anni. «Cè bisogno di pacificazione – sostiene il nuovo presidente – Tutti i francesi devono vivere insieme senza distinzione. Le nostre diversità non devono diventare divisioni o motivo di discordia».

In seguito, come tradizione vuole, Hollande è salito a bordo di una Citroen DS5 decappottabile per risalire gli Champs-Elysees salutando la folla circostante, nonostante una pioggia torrenziale si sia abbattuta su Parigi poco dopo non infastidendo, tuttavia, né lui né tantomeno la maggior parte dei presenti.

Attualmente, Hollande ha ancora in programma una lunga giornata da trascorrere con i primi ministri ex socialisti, una serie di cerimonie a Parigi, la nomina del priimo ministro (Ayrault) e il suddetto incontro con la Merkel, nel quale avrà luogo il tentativo di convincere la cancelliera ad una minore insistenza su rigre e austerità in favore della crescita e dello stimolo alle economie europee.

(Foto: ansa.it)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews