Heineken Jammin Festival e Rock in IdRho annullati: il rock in Italia è morto

Cancellati Heineken Jammin Festival e Rock in Idrho 2013

L'edizione di quest'anno dell'Heineken Jammin Festival è stata annullata

Due pessime notizie per tutti gli amanti della musica rock. L’Heineken Jammin Festival e  il Rock in IdRho quest’anno non si terranno.

Per quanto riguarda il primo evento, la notizia è stata data da Live Nation: l’Heineken Jammin Festival, inaugurato nel 1998 all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola poi trasferitosi prima al Parco San Giuliano di Mestre (dal 2007 al 2011) e poi all’Arena Concerti della Fiera di Rho, non aveva mai conosciuto prima di oggi cancellazioni (se si esclude l’edizione del 2009, in programma per il mese di luglio, ma poi sospesa per problemi logistici).

Una notizia che prende un po’ alla sprovvista, visto che fino a qualche mese fa era fuori discussione un’eventuale annullamento di questa edizione 2013. «Per un brand internazionale come il nostro, in termini di promozione un festival di queste proporzioni vale più della più azzeccata delle campagne pubblicitarie: il bilancio di queste quattordici edizioni è assolutamente positivo, e ci ha reso, di anno in anno, sempre più credibili sul mercato» furono le parole di Marco Alberizzi, direttore commerciale della filiale italiana del gruppo Heineken. Il motivo della cancellazione? Probabilmente problemi di natura logistica (a cui vanno aggiunte le immancabili difficoltà economiche), visto che la nuova location dell’Arena Concerti della Fiera di Rho a Milano, scelta lo scorso anno, non aveva soddisfatto gli organizzatori.

Questa triste decisione è stata preceduta di qualche ora da un’altra: annullato anche il Rock in IdRho, festival che dal 2005 anima le serate milanesi. A confermarlo Alex Fabbro di Hub Music Factory, socio fondatore dell’agenzia che storicamente organizza la manifestazione, che ha voluto subito precisare che il motivo dell’annullamento non è la location: «Anzi, io l’Arena Concerti della Fiera di Rho la trovo una location ottima» ha dichiarato Fabbro. «Abbiamo cercato di dare al festival un format diverso da quello degli anni passati – ha aggiunto Alex fabbro – ma, purtroppo, non siamo riusciti ad assemblare una line-up all’altezza. L’idea era quella di elaborare qualcosa di numericamente più raccolto, in termini di affluenza, ma che preveda la copresenza di più palchi».

Se a ciò aggiungiamo che anche un altro festival ha subito la stessa sorte, il Gods of Metal (organizzato in Italia dal 1997), affermare che «il rock in Italia è morto», non è proprio un azzardo.

Giorgio Vischetti

@GVischetti

foto|| labottegadihamlin.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Heineken Jammin Festival e Rock in IdRho annullati: il rock in Italia è morto

  1. avatar
    Damir 03/04/2013 a 14:34

    mi sembra un po’ eccessivo parlare di rock morto in italia proprio quest’anno in cui finalmente c’è una proposta così variegata in giro. Già solo tra Rock in Roma e Sonisphere direi che ce n’è per tutti i gusti. Ok l’eventuale obiezione di averceli spaiati nelle date e non tutti insieme ma c’è da dire che l’Heineken non è minimamente paragonabile per numero di artisti, caratura e rapporto quantità musica/prezzo con i grandi festival europei. Su, su, siamo obiettivi. Di rock in giro quest’anno ce n’è a vagonate e se proprio andiamo cercando festival mastodontici è l’occasione per andare fuori per una volta e vedere davvero com’è un festival rock come dio comanda

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews